L'ULTIMA ROMA DI BETTI, SENZA MASETTI, NON GIRA
FINALE DI COPPA ITALIA GETTATA AL VENTO

Presidente Roma 1940/41

Igino Betti
Igino Betti, presidente dell'A.S.Roma

Allenatore Roma 1940/41

Alfred Schaffer
Alfred Schaffer

Campo di gioco

Campo Testaccio


Sopra la Roma a centrocampo per la foto di rito. Da sinistra in alto: Coscia Donati, Amadei, Borsetti, Ippoliti, Brunella; Bonomi, Acerbi, Pantò, Jacobini e Provvidente.

La rosa della Roma 1940/41: Portieri: Masetti, Cerasa, Ippoliti, Rega. Difensori: Acerbi, Acquarone, Alzani, Asin, Brunella, Jacobini, Nobile. Centocampisti: Bonomi, Coscia, De Grassi, Donati (c), Krieziu, Spitale. Attaccanti: Amadei, Borsetti, Bui, Carmellini, Pantò Providente.

Posizione in campionato Roma 1940/41

Undicesimo posto

Piazzamenti nelle Coppe 1940/41

Finalista Coppa Italia

Maggiori presenze Roma 1940/41

Jacobini, Coscia, Amadei, Pantò (30 gare)

Miglior marcatore Roma 1940/41

Amadei (18 gol)

Ad inizio stagione la società della Roma non può permettersi grandi acquisti da mettere a disposizione dell'allenatore Alfred Schaffer. Arrivano alcuni giovani, tra cui spiccheranno Alzani, Asin e Borsetti. Viene acquistata la punta colombiana Timon, ma non sarà mai utilizzata per problemi di tesseramento ed ambientamento al gioco del nostro paese. Lasciano la Capitale Gadaldi, Fusco, Alghisi, Serantoni, Subinaghi e Urilli. L'ala argentina Campilongo, dopo un anno in giallorosso, torna in patria.

La decisione clamorosa della società è quella di mettere alla porta Guido Masetti: in rottura con la società giallorossa ed in procinto di un trasferimento a Padova, che non si conclude e lascia il portierone " a spasso". Nella porta della Roma si alternano per il periodo che va da inizio campionato a fine anno tre portieri: Ippoliti, Rega e Ceresa. Fulvio Bernardini, entrato a far parte della società, ed il tecnico Schaffer vedendo le brutte corrono a richiamare Masetti, pronto a ricoprire nuovamente il ruolo di numero 1 tra i pali della porta giallorossa.

Il campionato della Roma è per tutto il girone d'andata pessimo, si ritrova al penultimo posto e proprio grazie al ritorno del portiere la Roma riconquista posizioni ottenendo a fine stagione il nono posto (con Triestina, Genova e Venezia). Le cose positive di quella stagione sono la definitiva consacrazione di Amedeo Amadei (il giocatore di Frascati realizza 18 gol nelle 30 partite disputate dimostrandosi un grande bomber) e la consapevolezza di avere una squadra solita, forte.

A Roma ancora in pochi se lo aspettano ma la Roma l'anno successivo vincerà il titolo di Campione d'Italia. A dimostrare la forza della Roma anche la Coppa Italia sfiorata per un pelo. Dopo aver eliminato Fanfulla, Novara, Fiorentina e Torino la Roma nella finale d'andata contro il Venezia si fa rimontare tre reti e in quella di ritorno soccombe per 1-0, con la rete veneta di Loik. E' la seconda finale di Coppa Italia persa dalla Roma dopo quella contro il Genoa nel 1937.

L'ultima stagione al Testaccio

Sopra un'immagine del deflusso da Campo Testaccio. In questa stagione la Roma lascia dopo undici anni la sua tana poiché ritenuta ormai inadeguata per struttura e per capienza. L'ultima partita a Campo Testaccio viene disputata contro il Livorno il 30 giugno del 1941 e la Roma si impone con 2-1, lo stesso risultato della prima partita giocata su quel terreno nel 1929. Il totale di gare disputate nell'impianto è di 161 partite, di cui ben 105 vinte. Vai alla pagina di campo Testaccio.

06/10/1940
Bologna-ROMA 2-1
Amadei
26/01/1941
ROMA-Bologna 1-1
Amadei
13/10/1940
ROMA-Torino 4-1
Coscia, Pantò 2 (1 r) Provvidente
02/02/1941
Torino-ROMA 0-0
20/10/1940
Atalanta-ROMA 2-0
09/02/1941
ROMA-Atalanta 1-0
Coscia
27/10/1940
ROMA-Venezia 5-2
Amadei 3, Carmellini, Borsetti (r)
16/02/1941
Venezia-ROMA 1-0
03/11/1940
Bari-ROMA 2-2
Coscia, Amadei
23/02/1941
ROMA-Bari 6-2
De Grassi,Amadei 3,Pantò,Coscia(r)
10/11/1940
Roma-Milan 1-2
Pantò (r)
02/03/1941
Milan-ROMA 1-3
Pantò, Krieziu
17/11/1940
Fiorentina-ROMA 1-1
Amadei
09/03/1941
ROMA-Fiorentina 1-1
Coscia (r)
24/11/1940
ROMA-Lazio 1-1
Amadei
16/03/1941
Lazio-ROMA 2-0
08/12/1940
Juventus-ROMA 3-1
Pantò
23/03/1941
ROMA-Juventus 3-0
Amadei, Coscia, Pantò
15/12/1940
ROMA-Genoa 3-0
Amadei 2, Coscia
30/3/1941
Genoa-ROMA 0-0
22/12/1940
Napoli-ROMA 2-1
Borsetti (r)
06/04/1941
ROMA-Napoli 2-2
Coscia, Pretta (aut)
29/12/1940
ROMA-Novara 1-3
Borsetti (r)
13/04/1941
Novara-ROMA 1-1
Pantò
05/01/1941
Ambrosiana-ROMA 5-1
Amadei
20/04/1941
ROMA-Ambrosiana 3-0
Amadei, Pantò, Krieziu
12/01/1941
ROMA-Livorno 3-1
Pantò 2, Amadei
27/04/1941
Livorno-ROMA 6-1
Amadei
19/01/1941
Triestina-ROMA 4-1
Coscia
04/05/1941
ROMA-Triestina 0-0

COPPA ITALIA 1940/41

 
11/05/1941
ROMA-Fanfulla 6-1
Coscia,Pantò 2,De Grassi,Amadei 2
 
17/05/1941
ROMA-Novara 2-2
Krieziu 2
22/05/1941
Novara-ROMA 0-2
a tavolino
25/05/1941
ROMA-Fiorentina 4-1
Amadei, Pantò, Krieziu 2
01/06/1941
Torino-ROMA 1-0 dts
Pantò
05/06/1941
ROMA-Torino 1-0
Krieziu
09/06/1941
ROMA-Venezia 3-3
Amadei 3
15/06/1941
Venezia-ROMA 1-0
 


Lo Stadio Nazionale, il terreno di gioco dove la Roma si trasferisce dopo l'abbandono di Campo Testaccio.

 

Avvenimenti della stagione 1940/41

Di seguito alcuni dei principali eventi della stagione 40/41 della Roma.

02 giugno 1940 - Roma-Novara 3-0, i giallorossi con il neo allenatore Schaffer in panchina chiudono il campionato al settimo posto.

09 giugno 1940 - Amichevole Lazio-Roma, finisce 3-3. I gol giallorossi sono siglati da Coscia, Pantò e Timon.

23 giugno 1940 - Amichevole Livorno-Roma, 4-0 per i toscani.

30 giugno 1940 - Ultima partita al Campo Testaccio, amichevole Roma-Livorno. 2-1 il finale in quella che è stata per i giallorossi per più di dieci anni una vera e propria tana.


06 aprile 1941 - 26a di campionato, Roma-Napoli 2-2.

13 aprile 1941 - Novara-Roma 1-1, Pantò e' l'autore del momentaneo pareggio.

20 aprile 1941 - Luigi Barbesino, pilota dell'Aeronautica italiana ed allenatore della Roma dal '33 al '37, cade in territorio nemico mentre scorta un convoglio diretto a Zaura, ad ovest di Tripoli. Le richerche di soccorso avranno esito negativo. La Roma vince in casa con l'Ambrosiana 3-0 dopo ben 10 anni che ciò non avveniva.

11 maggio 1941 - La Roma batte il Fanfulla per 6-1 in Coppa Italia.

17 maggio 1941 - Una doppietta di Krieziu in Roma-Novara 2-2.

25 maggio 1941 - Allo Stadio Nazionale la Roma rifila 4 reti alla Fiorentina, in rete Amadei, Pantò e due volte Krieziu.

10 giugno 1941 - Cambio al vertice della Roma, Igino Betti lascia la societa' nelle mani di Edgardo Bazzini

15 giugno 1941 - Dopo il 3-3 nella prima gara, la Roma perde 1-0 il secondo incontro di finale di Coppa Italia contro il Venezia.