Campionato 1949/50

LA ROMA DI RESTAGNO ALLENATA DA BERNARDINI
SI SALVA ALL'ULTIMA GIORNATA

Presidente Roma 1949/50

Pier Carlo Restagno

Allenatore Roma 1949/50

Fulvio Bernardini (fino alla 35ª giornata)
Luigi Brunella (dalla 36ª in poi)

Stadio Roma 1949/50

Stadio Nazionale


Fulvio Bernardini

Rosa della Roma 1949/50


Questa la formazione della foto: Andreoli, Maestrelli, Zecca, Venturi, Tre Re, Tondodonati. Accosciati Benedetti, Dell'Innocentri, Arangelovic, Merline e Pesaola.

Portieri: Risorti, Albani, Benedetti

Difensori: Andreoli (c), Contin, Ferri, Gambini, Maestrelli, Nardi, Tre Re

Centrocampisti: Dell'Innocenti, Spartano, Taccola, Valle, Venturi, Zecca

Attaccanti: Arangelovic, Bacci, Lucchesi, Malaspina, Merlin, Pesaola, Tontodonati

Posizione in campionato Roma 1949/50

Maggiori presenze Roma 1949/50

A. Zecca (36 presenze)

Miglior marcatore Roma 1949/50

A. Arangelovic (11 gol)


I tifosi della Roma nel 1950

In estate la Roma subisce molti cambiamenti di natura societaria: Pietro Baldassare lascia la presidenza in mano di un gruppo vitalizaio capeggiato da Pier Carlo Restagno, Fulvio Bernardini diventa il nuovo tecnico giallorosso e viene affiancato da un altro ex di Campo Testaccio, Renato Bodini. L'allenatore rinnova completamente la squadra ed adotta un metodo di gioco all'avanguardia che in futuro lo porterà a vincere lo scudetto sia a Firenze che a Bologna ma adesso penalizza sia lui che la squadra.

La Roma inizia il campionato, tra le sue file parecchi nuovi giocatori tra cui il difensore Tre Re, l'attaccante Zecca, l'ala Merlin e la mezzala jugoslava Arangelovich. La prima partita è una vittoria, poi due sconfitte, un'altra vttoria ed altre tre sconfitte (una nel derby perso 3-1 con la Lazio) e così via per tutto il campionato. Alla quindicesima con la Juve perdiamo 3-0 subendo i gol negli ultimi sei minuti, solo alla vigilia di Natale un sonoro 6-0 al Bari fà ben sperare.

Alla ripresa del campionato, il primo gennaio del 1950, la Roma fa bottino pieno a Novara e poi vince in casa contro il Milan. I giocatori porteranno in quell'occasione l'allenatore Bernardini in trionfo, è un gesto di sostegno dopo le dure critiche che aveva ricevuto dalla società.

Alla ventisettesima di campionato durante una quasi rissa in campo il difensore palermitano Gimona rompe volontariamente una gamba a Pesaola. Verrà squalificato dapprima due anni poi ridotti a sei mesi. Una serie di risultati negativi, intervallati solo dalla vittoria con la Juventus (che non aveva mai perso) in casa, portano la Roma al terzultimo posto. Il 10 maggio Bernardini rassegna le dimissioni e la squadra passa a Luigi Brunella. La sfida salvezza è in casa con il Novara, la Roma vince 2-1 con un operato arbitrale molto discusso.

All'ultima giornata subiamo 6 reti dal Milan a Milano ed i giallorossi evitano la retrocessione grazie alla sconfitta del Bari contro l'Inter. Purtroppo però la squadra è molto debole, se quest'anno si è salvata per un pelo l'anno successivo scenderà in serie B. Mai gli mancherà tuttavia l'apporto dei propri sostenitori, anzi.

 
11/09/1949 Roma-Pro Patria 2-0 Bacci Zecca
16/01/1950 Pro Patria-Roma 2-1 Spartano
18/09/1949 Genoa-Roma 2-1 Merlin
22/01/1950 Roma-Genoa 3-0 Tontodonati 2 Zecca
25/09/1949 Roma-Padova 0-1

09/02/50 rec Padova-Roma 4-1 Lazzarini (aut)
02/10/1949 Fiorentina-Roma 4-1 Bacci
05/02/1950 Roma-Fiorentina 1-1 Spartano
09/10/1949 Roma-Bologna 3-1 Spartano Tontodonati 2
12/02/1950 Bologna-Roma 2-1 Zecca
16/10/1949 Lazio-Roma 3-1 Spartano
19/02/1950 Roma-Lazio 0-0
20/10/1949 Roma-Inter 1-3 Arangelovich
23/02/1950 Inter-Roma 3-1 Venturi
23/10/1949 Palermo-Roma 3-0

26/02/1950 Roma-Palermo 2-1 Arangelovich 2
30/10/1949 Roma-Torino 3-1 Bacci Nay (aut) Merlin
12/03/1950 Torino-Roma 5-0
06/11/1949 Triestina-Roma 2-2 Merlin 2
19/03/1950 Roma-Triestina 0-0
13/11/1949 Roma-Sampdoria 2-1 Tontodonati 2
26/03/1950 Sampdoria-Roma 4-1 Bacci (r)
20/11/1949 Atalanta-Roma 3-2 Arangelovich 2
09/04/1950 Roma-Atalanta 1-3 Bacci
04/12/1949 Roma-Lucchese 2-2 Arangelovich 2
16/04/1950 Lucchese-Roma 3-1 Zecca
08/12/1949 Como-Roma 0-0

23/04/1950 Roma-Como 0-1
11/12/1949 Juventus-Roma 3-0

30/04/1950 Roma-Juventus 1-0 Zecca
18/12/1949 Roma-Venezia 3-2 Zecca Arangelovich 2
07/05/1950 Venezia-Roma 2-1 Tontodonati
24/12/1949 Roma-Bari 6-0 Arangelovich Pesaola
Zecca 2 Sentimenti V (aut) Merlin

14/05/1950 Bari-Roma 1-1 Lucchesi
01/01/1950 Novara-Roma 0-2 Merlin Tontodonati
21/05/1950 Roma-Novara 2-1 Arangelovich (r) Tontodonati
08/01/1950 Roma-Milan 1-0 Tontodonati   28/05/1950 Milan-Roma 6-2 Lucchesi Bacci(r)


Il gol di Bacci in Roma-Atalanta persa 1-3.


Il rigore segnato da Arangelovich in Roma-Novara. Nella foto in alto la formazione che batte il Milan 1-0.

 

Avvenimenti della stagione 1949/50

Di seguito alcuni dei principali eventi della stagione 49/50 della Roma.

13 luglio 1949 - Rientrano nella società Renato Sacerdoti(come vicepresidente) e Pietro Crostarosa.

09 ottobre 1949 - Roma-Bologna 3-1.

09 novembre 1949 - Il presidente Rastagno cede i suoi poteri ai vice Sacerdoti e Crostarosa.


19 febbraio 1950 - Roma-Lazio 0-0.

12 marzo 1950 - La Roma perde 5-0 a Torino contro i granata.

19 marzo 1950 - Roma-Triestina si chiude a reti inviolate.

26 marzo 1950 - Sampdoria-Roma 4-1, la rete della Roma è di Bacci su calcio di rigore. Si registra l'unica presenza con la Roma di Limbergo Taccola.

01 aprile 1950 - Nasce a Riccione Paolo Conti, portiere della Roma degli anni 70.

23 aprile 1950 - Roma-Como 0-1.

30 aprile 1950 - La Roma guidata da Fulvio Bernardini batte la Juventus capolista.

06 maggio 1950 - Il romanista Alcide Ghiggia esordisce con la maglia della Nazionale dell'Uruguay.

07 maggio 1950 - Venezia-Roma 2-1.

14 maggio 1950 - Bari-Roma 1-1, i giallorossi guadagnano un punto prezioso per la salvezza.

21 maggio 1950 - La Roma si salva dalla B dopo una rocambolesca sfida salvezza contro il Novara. Vince 2-1 tra le proteste con le reti di Arangelovich e Tontodonati.

28 maggio 1950 - Ultima di campionato, Milan-Roma 6-2, i giallorossi restano in serie A grazie alla contemporanea sconfitta del Bari.

16 giugno 1950 - Il futuro romanista Alcide Ghiggia segna il gol che consente all'Uruguay di aggiudicarsi la Coppa del Mondo ai danni del Brasile.

Sezioni del sito
50+    50+
92    17
100+    30+