CON COSTA IL CASTIGATORE
LA ROMA ARRIVA SESTA

Presidente: Renato Sacerdoti
Allenatore: Giorgio Sarosi
Campo di gioco: Stadio Olimpico

Dino Da Costa, protagonista della stagione 1955/56 della Roma. Vai alla pagina dell'attaccante brasiliano.

Una formazione della Roma 1955/56

La rosa della Roma 1955/56

Panetti, Stucchi, Losi, Giuliano (vc), Cardarelli, Venturi (c), Ghiggia, Pandolfini, Galli, Da Costa, Nyers

Tessari, Betello, Biagini, Eliani, Bortoletto, Cavazzuti, Prenna, Pontrelli, De Toni

Marcatori in campionato

Da Costa (12 gol), Nyers (9), Galli e Prenna (6), Ghiggia (4), Giuliano, Pandolfini (2).

Da Costa al derby.Il campionato 1955/56 vede la Roma nuovamente impegnata nelle competizioni europee. I sorteggi mettono di fronte ai giallorossi la forte squadra slava del Vojvodina. La Roma nel doppio confronto subisce due sconfitte, la seconda rocambolesca: dopo il pesante 4-1 rimediato in trasferta, la Roma in casa riesce a rimettere in equilibrio la situazione per poi crollare e perdere 4-5.

Quella cocente sconfitta convinse e costrinse la società e il presidente Sacerdoti a tornare sul mercato. Si organizzò quindi, per visionare alcuni calciatori, un'amichevole contro il Botafogo nel quale militavano gli assi Garrincha, Vinicio e Dino Da Costa. La Roma decise di puntare su quest'ultimo ma dovette tessararlo come oriundo in quanto, nell'estate del 1954, erano state chiuse le frontiere calcistiche. Costa, chiamato così nel primo periodo, aveva nonni italiani. Era cresciuto calcisticamente nel Botafogo e nell'ultimo campionato carioca aveva realizzato 27 reti.

Da Costa al derby.Oltre al brasiliano Da Costa la Roma acquista anche l'ottimo portiere Luciano Panetti e completa la rosa con dei ragazzi del vivaio: Prenna, Biagini e De Toni. Alla guida della squadra venne messo un nuovo allenatore, l'ungherese Gyorgy Sarosi, ex tecnico del Genoa. Venne affidato a lui il compito di gestire la coppia Ghiggia-Da Costa. Le premesse per far bene ci sono tutte ed i tifosi romanisti dopo il terzo posto dell'anno precedente sognano in grande. L'avvio di campionato illude anche che il traguardo scudetto fosse possibile. La Roma infatti, con 6 pareggi e 3 vittorie, rimane imbattuta fino alla decima giornata.

A Firenze subisce la prima sconfitta e di lì in avanti la squadra non riesce più a ripetere i risultati ottenuti all'inizio. La Roma termina il campionato al sesto posto: 35 punti all'attivo come la Sampdoria. Il brasiliano Da Costa con 12 gol è il miglior realizzatore della Roma. Panetti subisce 34 reti, Tessari che difende per 6 volte i pali della porta romanista 6. I derby stagionali finiscono 0-0 all'andata e 1-0 per la Lazio al ritorno.

Pro Patria-Roma 3-5 della stagione 1955/56

Una formazione della Roma 1955/56

Un'immagine del derby del 16 ottobre: Da Costa e Cavazzuti pressati dai difensori laziali.

1a - 18/9/1955, ROMA-VICENZA 4-1
4', 38' (r) Nyers, 25' Da Costa, 40' Murolo, 48' Galli

2a. - 25/9/1955, GENOA-ROMA 3-3
30', 47' Firotto, 40' (r), 46' Nyers, 60' Fonda, 68' Pandolfini

3a - 2/10/1955, ROMA-SPAL 1-1
44' Novelli, 78' Nyers

4a - 9/10/1955, NOVARA-ROMA 2-2
18' Giuliano, 35' Piccioni, 40' Ghiggia, 54' Bronée

5a - 16/10/1955, ROMA-LAZIO 0-0
-

6a - 23/10/1955, NAPOLI-ROMA 1-1
62' Castelli, 81' Galli

7a - 30/10/1955, ROMA-JUVENTUS 1-1
43' Oppezzo, 54' Prenna

8a - 6/11/1955, ROMA-PADOVA 1-1
74' Galli, 78' Bonistalli

9a - 12/11/1955, PRO PATRIA-ROMA 3-5 (anticipo)
1' Frascoli (a), 22', 5', 70' Da Costa, 61', 64', 89' Toros, 75' Galli

10a - 4/12/1955, ROMA-INTER 1-0
30' Galli

11a - 8/12/1955, FIORENTINA-ROMA 2-0
32' Virgili, 83' Losi (a)

12a - 25/12/1955, TORINO-ROMA 2-1
1' Da Costa, 50' Buhtz, 79' Bertoloni

13a - 31/12/1955, ROMA-ATALANTA 3-2 (anticipo)
33' Galli, 37' Ghiggia, 65', 76' Bassetto, 67' Corsini (a)

14a - 8/1/56 MILAN-ROMA 4-1
22' Schiaffino, 26', 77' Nordahl, 63' Nyers, 71' Ricagni

15a - 15/1/1956, ROMA-BOLOGNA 2-0
28' Giuliano, 80' Da Costa

16a - 22/1/1956, TRIESTINA-ROMA 0-0
-

17a - 29/1/1956, SAMPDORIA-ROMA 1-0
54' Firmani
18a - 5/2/1956, VICENZA-ROMA 2-0
6', 76' Boscolo

19a - 19/2/1956, ROMA-GENOA 2-0
11' Ghiggia, 80' Pandolfini


20a - 26/2/56 SPAL-ROMA 1-0
27' Di Giacomo

21a - 4/3/1956, ROMA-NOVARA 2-1
6' Prenna, 48' Marzani, 72' Ghiggia

22a - 4/4/1956, LAZIO-ROMA 1-0 (recupero)
46' Muccinelli

23a - 18/3/1956, ROMA-NAPOLI 2-1
18' Nyers, 44' Posio, 61' Da Costa

24a - 24/3/1956, JUVENTUS-ROMA 0-0 (anticipo)
-

25a - 1/4/1956, PADOVA-ROMA 2-0
64' Bonistalli, 66' Stivanello

26a - 8/4/1956, ROMA-PRO PATRIA 1-0
31' Prenna


27a - 15/4/1956, INTER-ROMA 1-1
8' Vonlanthen, 90' Da Costa

28a - 29/4/1956, ROMA-FIORENTINA 1-1
29' Da Costa, 63' Virgili

29a - 6/5/56 ROMA-TORINO 2-1
11', 81' Prenna, 26' Bertoloni

30a - 10/5/1956, ATALANTA-ROMA 1-1
46' Bassetto, 63' Nyers (r)

31a - 13/5/1956, ROMA-MILAN 0-0
-

32a - 20/5/1956, BOLOGNA-ROMA 1-0
30' Pivatelli

33a - 27/5/1956, ROMA-TRIESTINA 4-1
30', 34' Da Costa, 33' Renosto, 64' Prenna, 88' Nyers

34a - 3/6/1956, ROMA-SAMPDORIA 1-2
57' Da Costa , 71' Ronzon, 83' Firmani
Inter-Roma 1-1
Novara-Roma 2-2, il difensore della Roma Eliani

La nevicata del 56

L'inverno 1956 è uno dei più rigidi che il paese ricordi. Dal primo febbraio in particolare in tutta Italia si registrano temperature record, fino a meno 26 gradi sulle Alpi. A Roma si registrano nevicate storiche in diverse giornate di febbraio ed inizio marzo. L'11 marzo la stracittadina Lazio-Roma viene rinviata a causa della neve che ha ricoperto il terreno di gioco dello stadio Olimpico.

Roma, la terrazza del Pincio innevata

Roma, la terrazza del Pincio innevata

11 Marzo 1956 Stadio dei Centomila. 22a Giornata di Campionato. Lazio-Roma rinviata per impraticabilità del campo a causa della nevicata sulla Capitale.

Testo e video del brano "La nevicata del 56", interpretato da Mia Martini e da Franco Califano, con immagini della straordinaria nevicata che imbiancò la Capitale. Il testo della canzone è di Carla Vistarini e Franco Califano.

Ti ricordi una volta
Si sentiva soltanto il rumore del fiume la sera
Ti ricordi lo spazio
I chilometri interi
Automobili poche allora
Le canzoni alla radio
Le partite allo stadio
Sulle spalle di mio padre
La fontana cantava
E quell' acqua era chiara
Dimmi che era così

C'era pure la giostra
Sotto casa nostra e la musica che suonava
Io bambina sognavo
Un vestito da sera con tremila sottane
Tu la donna che già lo portava
C'era sempre un gran sole
E la notte era bella com'eri tu
E c'era pure la luna molto meglio di adesso
Molto più di così

Com'è com'è com'è
Che c'era posto pure per le favole
E un vetro che riluccica
Sembrava l'America
E chi l'ha vista mai
E zitta e zitta poi
La nevicata del '56
Roma era tutta candida
Tutta pulita e lucida
Tu mi dici di sì l'hai più vista così
Che tempi quelli

Roma era tutta candida
Tutta pulita e lucida
Tu mi dici di sì l'hai più vista così
Che tempi quelli.

Cinema nel 1956

Tra i film usciti nel 1956 c'è la prima trasposizione cinematografica di 1984, famosa opera di George Orwell. Esce con il titolo Nel 2000 non sorge il sole (1984) ed è diretto da Michael Anderson e interpretato da Edmond O'Brien e Jan Sterling. Sempre nello stesso anno, il regista Anderson aveva girato Il giro del mondo in 80 giorni, premiato poi nel 1957 con cinque premi Oscar. Sempre del 1956 il colossal "I dieci comandamenti", di Cecil B. DeMille, l'avventura Moby Dick, con Gegory Peck e il film di fantascienza "L'invasione degli ultracorpi".

Nel 2000 non sorge il sole (1984)

Consegna dei Nastri d'argento per la stagione cinematografica 1955-56. Tra gli attori, riconoscimenti a Valentina Cortese e Alberto Sordi. Miglior film straniero "Il casco d'oro" di Becker.

Sordi in Lo scapolo

Mentre nei cinemi francesci va per la maggiore "Le avventure di Arsenio Lupin", in Italia Totò e Peppino interpretano la commedia "La banda degli onesti". Nel biennio 1955/56, Alberto Sordi è protagonista di ben quattordici pellicole. Tra queste ricordiamo "Lo scapolo", "Un eroe dei nostri tempi" di Monicelli e "Mio figlio Nerone", con regia di Steno, nel quale la giovanissima Brigitte Bardot recita la parte di Poppea.

Sordi in Mio figlio Nerone
Il calcio illustrato dopo l'amichevole Roma-Lazio 5-1

Il calcio illustrato dopo l'amichevole Roma-Lazio 5-1

Avvenimenti della stagione 1955/56

Di seguito alcuni dei principali eventi della stagione 55/56 della Roma.

05 giugno 1955 - Roma-Sampdoria 1-1, per i giallorossi segna Nyers.

12 giugno 1955 - Roma-Catania 3-1, la Roma saluta il proprio pubblico battendo i siciliani con la doppietta di Galli e la rete di Pandolfini su calcio di rigore.

19 giugno 1955 - Ultima giornata del campionato 1954/55, la Roma vince a Ferrara contro lo SPAL per 5-2 grazie ad un autogol, una doppietta di Nyers e i gol di Cavazzuti e Ghiggia.

26 giugno 1955 - Coppa Europa Centrale, quarti d'andata a Novi Sad, Vojvodina-Roma 4-1. Gol giallorosso di Nyers.

03 luglio 1955 - Quarti di finale della Coppa Europa Centrale.Roma-Vojodina 4-5, dopo il 4-1 subito all'andata veniamo eliminati.

06 luglio 1955 - Amichevole contro i brasiliani del Botafogo tra le file dei quali giocano Djalma Santos, Gerson, Garrincha e Da Costa. Quest'ultimo vestirà poi la maglia della Roma.

30 ottobre 1955 - Roma-Juventus 1-1. Segna Prenna, unica rete nella sua unica stagione in giallorosso.

06 novembre 1955 - Roma-Padova 1-1, i gol sono di Galli e Stucchi (autorete).

12 novembre 1955 - Vittoria rocambolesca per la Roma a Busto Arsizio contro il Pro Patria, finisce 3-5.

04 dicembre 1955 - Galli decide Roma-Inter 1-0.

 

11 marzo 1956 - Il derby tra Roma e Lazio viene rinviato per neve. Per l'unica volta nella storia la stracittadina era stata affidata a un arbitro romano.

24 marzo 1956 - Anticipo di campionato, Juventus-Roma finisce a reti inviolate. La partita viene trasmessa in diretta dalla RAI.

15 aprile 1956 - Inter-Roma 1-1, arriva al novantesimo il pareggio di Da Costa.

29 aprile 1956 - Roma-Fiorentina 1-1, gol di Da Costa. Durante l'incontro il portiere Panetti subisce la frattura del malleolo. Non esistendo ancora le sostituzioni rimane in campo doloroso aiutandosi solo con il ghiaccio.