22 novembre... 1931, Per la nona di campionato in campo Fiorentina e Roma. Sblocca Volk ma poi la Roma perde 3-1, i 500 tifosi giallorossi che arrivano allo stadio Berta tornano a Roma sconsolati. 1981, Inter-Roma, prima della gara furiosi scontri tra i tifosi con numerosi feriti. In campo i nerazzurri vanno in vantaggio, la Roma rimonta con Pruzzo e Conti nel giro di 3 minuti. Pareggia subito Beccalossi, poi ridotta in 10 per l'espulsione di Falcao la Roma subisce il 3-2.

Avvenimenti della storia della Roma Tutti gli avvenimenti di novembre nella storia della Roma.

Il quiz della Roma

SE NE VA IL CAMPIONE DEL MONDO FERRARIS IV
LA ROMA TRAINATA DA GUAITA ARRIVA QUARTA

Il campionato 1934/35 è il primo torneo italiano disputato con sedici squadre partecipanti. L'Italia in estate si è laureata per la prima volta nella sua storia Campione del Mondo vincendo la Coppa Rimet in finale contro la Cecoslovacchia. Tra gli azzurri vincitori ci sono anche i romanisti Enrique Guaita (oriundo, protagonista di tutti gli incontri), Attilio Ferraris IV (che disputà tre gare) e Guido Masetti (terzo portiere).

Nella foto la rosa della Roma 1934/35. Da sinistra in piedi: Trombetta, Baldoni, Cerroni, l'allenatore Barbesino, Gadaldi, Masetti, Zucca, Bodini, Lomardi, Allemandi II ed il massaggiatore Cerretti. Accosciati Re, Tomasi, Frisoni, Stagnaro, Fusco, Celestini, Carpi, seduti Costantino, Scopelli, Guaita, Scaramelli e Marchegiani. Nella foto manca il capitano della Roma Fulvio Bernardini.

In estate la Roma disputa una tournè tra Jugoslavia, Olanda, Germania e Svizzera ottenendo sette vittorie (tra cui un netto 5-1 all'Olanda), un pareggio ed una sconfitta. Relativamente al calciomercato, le partenze in casa giallorossa sono più numerose degli arrivi: vanno via dalla Capitale Chini, Dugoni, Banchero, Pasolini, Callegari e Liberati, mentre arrivano alla Roma l'ex bresciano Frisoni II e l'ex del Casale Patrucchi. Inoltre va via dalla Roma la bandiera Attilio Ferraris, in rotta con la società. La sua partenza era data per scontata già da tempo ma l'accordo con i rivali della Lazio e l'approdo in biancoceleste fu un avvenimento a sorpresa che sconvolse l'intera tifoseria romanista. La Roma società pretese nel contratto di cessione del giocatore una clausola per cui nel derby la Lazio non avrebbe dovuto schierare Ferraris e se lo avesse fatto avrebbe dovuto riconoscere alla Roma una penale. Il 16 novembre, giorno della stracittadina, la Lazio preferì pagare pegno pur di non rinunciare al mediano e Ferraris scese regolarmente in campo con la maglia biancoceleste.

Anche l'altra bandiera giallorossa Fulvio Bernardini ebbe problemi con la società giallorossa ad inizio stagione, forse inevitabilmente visto l'amicizia ed il rispetto che lo legava al compagno di squadra Attilio Ferraris. Nonostante tutto la Roma a fine campionato arrivò quarta. Protagonista del campionato fu l'attaccante italo argentino Guaita che mise a segno ben 28 reti, fissando un record tuttora imbattuto nei campionati a sedici squadre.

30/09/1934
Fiorentina Roma 4-1 4' Perazzolo, 22', 83' Gringa, 58' Scagliotti, 67' Guaita
10/02/1935
Roma Fiorentina 0-0 -
07/10/1934
Roma Brescia 4-0 14' Scopelli, 44' Costantino, 56', 60' Guaita
24/02/1935
Brescia Roma 2-1 20' Chiecchi, 71' Guaita (r), 84' Valenti
14/10/1934
Napoli Roma 3-2 12' Ferraris II, 41' Scopelli, 47' Giovi, 55' Rossetti, 69' Scaramelli
03/03/1935
Roma Napoli 4-0 12', 83', 86' Guaita, 20' Scaramelli
21/10/1934
Roma Sampierdarenese 2-0 50' Guaita, 73' Scopelli
10/03/1935
Sampierdarenese Roma 1-0 7' Cappellini
04/11/1935
Torino Roma 2-3 1', 70' Silano, 7', 30', 41' Guaita
17/03/1935
Roma Torino 2-1 31' Bo, 82' Fusco, 90' Guaita
18/11/1934
Roma Lazio 1-1 58' Guaita (r), 68' Piola
31/03/1935
Lazio Roma 0-0 -
25/11/1934
Ambrosiana Roma 0-1 46' Guaita
07/04/1935
Roma Ambrosiana 3-4 1' Guaita, 23' Agosteo (r), 25', 71' Scopelli, 61', 78' De Vincenzi, 76' Demaria
02/12/1934
Roma Livorno 5-1 9' Fusco, 10', 48' Guaita, 39' Bernardini, 66' Scaramelli, 86' Arcari IV
14/04/1935
Livorno Roma 1-1 24' Arcari II, 85' Tomasi
16/12/1934
Triestina Roma 0-2 15' Fusco, 73' Scopelli
21/04/1935
Roma Triestina 1-2 44' Rocco, 55' Pasinati, 60' Bernardini (r)
23/12/1934
Roma Bologna 1-1 15' Bernardini, 62' Schiavio
28/04/1935
Bologna Roma 1-1 4' Schiavio, 85' Scaramelli
06/01/1935
Alessandria Roma 1-6 16' Costantino, 20' Gastaldi, 48' Scopelli, 49', 55', 59' Guaita, 68' Frisoni I (r)
05/05/1935
Roma-Alessandria 3-0 32' Guaita, 80' Scopelli, 88' Costantino
13/01/1935
Roma Juventus 1-2 30' Scaramelli, 59', 83' Borel II
12/05/1935
Juventus Roma 2-1 28', 69' Borel II, 81' Bodini
20/01/1935
Palermo Roma 1-0 12' Palumbo
19/05/1935
Roma Palermo 5-1 17', 40' Guaita (r), 46', 59' Scopelli, 70' Tomasi, 90' Castellani
27/01/1935
Milan Roma 4-4 12', 50', 67' Moretti, 45', 72' Frisoni, 48' Rossi, 51' Scaramelli, 86' Guaita
26/05/1935
Roma Milan 1-0 65' Scaramelli
03/02/1935
Roma Pro Vercelli 3-2 9' Degara, 17' Costantino, 30' Guaita, 62' Romagnolo, 83' Scopelli
02/06/1935
Pro Vercelli Roma 1-4 22', 83' Guaita, 59', 84' Tomasi, 85' Barberis




Sopra a sinistra la squadra che battè il Livorno per ben 5 a 1. A destra Guido Masetti difende la porta romanista.
Sotto una formazione di quell'anno durante la tournè estiva.





Quattro immagini di Guaita capocannoniere di quella stagione e miglior realizzatore di ogni tempo nei tornei a 16 squadre. Sopra a sinistra prima di un rigore nel derby d'andata, a destra gol e la palla sotto le gambe del portiere. Sotto le marcature contro l'Ambrosiana e contro il Brescia.


Sotto tre immagini dal derby d'andata giocato il 18 novembre 1934: nelle prime due Bernardini e Ferraris IV si salutano ad inizio partita, nell'altra Costantino segna ma il gol viene annullato (sarebbe stato il 2-1 per la Roma).



Qui sotto a sinistra nell'amichevole estiva contro l'Olanda vinta 5 a 1, a destra la punta Scopelli in azione.

 

Avvenimenti della stagione 1934/35

Di seguito alcuni dei principali eventi della stagione 34/35 della Roma.

01 agosto 1934 - Fulvio Bernardini si presenta al ritiro con quattro giorni di ritardo e viene multato di 2000 lire. Sono i primi dissapori tra il giocatore e la società romanista. Durante la stagione, a causa del dualismo con l'argentino Stagnaro, Fuffo si rifiuterà addirittura di giocare (come lui Bodini).

07 ottobre 1934 - Roma-Brescia 4-0, II di campionato. Segnano Scopelli, Costantino e Guaita che delizia i tifosi con una bella doppietta.

28 ottobre 1934 - In Via del Circo Massimo 12000 atleti sfilano innanzi al Duce. Aprono i ranghi della selezione calcistica Combi, Fantoni II ed il romanista Fulvio Bernardini.

 

02 gennaio 1935 - Nel giorno del suo compleanno il capitano giallorosso Fulvio Bernardini ha la malaugurata sorte di tamponare l'automobile del Duce.

06 gennaio 1935 - Alessandria-Roma 1-6, in gol Costantino, 3 volte Guaita, Scopelli e Frisoni. Quest'ultimo segna su rigore ribattuto dopo che Bernardini lo aveva sbagliato apposta per non infierire (si beccherà anche l'ammonizione).

27 gennaio 1935 - Milan-Roma 4-4, in porta a causa dell'infortunio di Masetti gioca Fulvio Bernardini.

16 febbraio 1935 - Roma-Lazio 1-0, segna Cattaneo a sette minuti dalla fine ed è la seconda volta che il calciatore alessandrino risolve la stracittadina.

22 giugno 1935 - La Roma becca 8 gol negli ottavi di finale della Coppa Europa Centrale dal Ferencvaros.

ASR Talenti, sito dedicato alla Roma. Torna su - Mappa del sito - Privacy policy - Condividi