15 dicembre... 1929, X di campionato, Roma-Genova 2-0, gol di Benatti e Chini. 1996, Roma-Napoli 1-0, segna Aldair nel finale.1999, In coppa Italia Piacenza-Roma 0-3 dopo i tempi supplementari, segnano Rinaldi, Di Francesco e Candela. 2001, La Roma ritrova il Liverpool dopo la maledetta finale del 1984. Si gioca allo Stadio Olimpico e termina 0-2 per i Reds. Prima della partita intorno alla "palla" duri scontri tra i tifosi giallorossi e la polizia. 2013, Milan-Roma 2-2, i rossoneri recuperano per due volte i gol di Destro e Strootman (r).

Avvenimenti della storia della Roma Tutti gli avvenimenti di dicembre nella storia della Roma.

Il quiz della Roma

Jurgen Schutz

Biografia di Jurgen Schutz

Jurgen Schutz nasce a Dortmund il primo luglio 1939 e cresce calcisticamente con l'Urania, club della sua città natale. Nel 1959 Jurgen "Charlie" Schutz si trasferisce al Borussia Dortmund dove forma una prolifica coppia d'attacco con Friedhelm "Timo" Konietzka. I due vengono ribattezzati dal pubblico di Dortmund "Max und Moritz", coppia di bambini combinaguai creata nel 1865 dalla matita di Wilhelm Busch. Schutz mette in mostra le sua doti di ottimo attaccante realizzando 68 reti in 85 presenze. Il presidente della Roma Marini-Dettina, affascinato da un simile bottino, se ne aggiudica le prestazioni e lo mette a disposizione del tecnico Foni. Dal 1960 al 1963 il centravanti di Dortmund colleziona anche 6 presenze con la Nazionale della Germania.

Primo calciatore tedesco ad indossare la maglia della Roma, purtroppo arrivato nella Capitale Schutz non riesce ad ambientarsi a dovere. Nella prima stagione in giallorosso (1963/64) scende in campo quindici volte e mette la palla in rete in 5 occasioni. Fu anche sfortunato perché dei fastidi al menisco ne pregiudicarono le prestazioni. A fine campionato viene ceduto in prestito al Messina e l'anno successivo al Torino. Fa ritorno alla Roma nella stagione 1966/67 ma il tecnico dei giallorossi Oronzo Pugliese lo schiera in campo soltanto 6 volte dandogli comunque l'opportunità di segnare un ultimo gol nella vittoria contro l'Atalanta in casa.

Nell'estate 1967 si trasferisce al Brescia dove disputa l'ultima stagione nel campionato italiano. Con le rondinelle colleziona 20 presenze e 3 reti, poi torna in Germania dove gioca un campionato al Monaco 1860 prima di tornare al Borussia Dortmund con cui disputa altre 3 stagioni e torna a segnare un discreto numero di gol (30 in 73 presenze). Chiude la carriera da calciatore con il club Rot-Weiss Essen, con il quale nel campionato 1973/74 conquista la promozione in Bundesliga.

Jurgen Schutz con la maglia della Roma

Jurgen Schutz nella sua prima stagione a Roma nel campionato 1963/64

Fotografie di Schutz con la Roma

Jurgen Schutz con la maglia della Roma
Jurgen Schutz con la maglia della Roma
Jurgen Schutz con la maglia della Roma

Nelle foto qui sopra il centravanti tedesco Schutz in giallorosso.

Sormani, Schutz e Angelillo, i cannoni di Foni

Sormani, Schutz e Angelillo, i cannoni di Foni. Vignetta di Arnaldo Amabile

ASR Talenti, sito dedicato alla Roma. Torna su - Mappa del sito - Privacy policy - Condividi