Marco Delvecchio rappresenta come un giocatore, nella piazza romana, può passare dai fischi agli applausi. Approda in giallorosso giovanissimo, a soli 22 anni, nella stagione 1995/96. Arriva dall'Inter che per la metà del suo cartellino si prende in cambio Marco Branca. S'inserisce al meglio nell'ultima Roma mazzoniana scendendo in campo 24 volte e segnando ben 10 reti. Nel finale di stagione, con Balbo e Fonseca ai box, si esalta in attacco insieme al giovanissimo Francesco Totti. In estate il presidente Sensi acquista la seconda metà del suo cartellino per 7 miliardi. La stagione successiva, nel disastroso campionato con Carlos Bianchi alla guida della Roma, gioca 27 partite e segna 4 gol.

La Roma in quegli anni è alla ricerca di un bomber vero, si sente la mancanza di un Balbo, di un Voeller. Delvecchio scontenta la piazza perchè ricorda neanche lontanamente quei centravanti. In estate è lui stesso ad offrirsi come pedina di scambio per Trezeguet, allora al Monaco. Ma l'affare non va in porto, Delvecchio rimane alla Roma e le punte che arrivano, Bartelt e Fabio Junior, non gli tolgono il posto da titolare.
La contestazione verso il giocatore è dura, il rapporto non si ristabilirà neanche dopo le 18 reti del campionato 1898/99. In quel campionato Marco Delvecchio inizia ad esultare mostrando le orecchie verso la tifoseria, vuole sentire l'esultanza ai suoi gol, i boati della gente romanista. D'un tratto però Delvecchio comincia a segnare a tutti i derby. E d'un tratto diventa un'icona romanista quando supera il record di Dino Da Costa nel totale di reti nelle stracittadine. Saranno ben 9 quelle segnate da Marco Delvecchio alla Lazio!
Nel 1999 finalmente il centravanti tanto aspettato arriva, si chiama Vincenzo Montella. Il reparto offensivo giallorosso guadagna punti, Delvecchio non è più al centro delle polemiche. Nella stagione 2000/2001, con l'arrivo anche di Gabriel Batistuta, il neo-allenatore Capello trova per Delvecchio un'ottima sistemazione sulla sinistra facendolo diventare uno dei protagonisti del terzo scudetto. Delvecchio rimane alla Roma fino al gennaio della stagione 2004/2005, quando si trasferisce al Brescia.




Marco Delvecchio campione d'Italia con la Roma nel 2001


2001/2002, il gol di Delvecchio del 2-0 nel derby d'andata.

2002/2003, dopo il gol dell'1-0 nel derby d'andata (2-2)

Francesco Totti e Marco Delvecchio

Ultima modifica di questa pagina: 01/01/2016

Il quiz della Roma

30 marzo... 1947, Brescia-Roma 3-0. 1952, Roma-Marzotto 3-1, doppietta di Bettini e gol di Galli. 1980, Sonora sconfitta in trasferta: Ascoli-Roma 3-0. 1991, Bologna-Roma 2-3, Rizzitelli, Desideri e Voeller recuperano due gol di svantaggio. 2002, Roma-Bologna 3-1, Montella e doppietta di Emerson. 2014, Nell'anticipo domenicale delle 12.30 la Roma passa a Sassuolo 0-2, in gol Destro e Bastos, e rosicchia 3 punti alla Juve capolista che la sera esce sconfitta dal San Paolo. Il distacco ora è di 11 punti.

Avvenimenti della storia della Roma Tutti gli avvenimenti di marzo nella storia della Roma.

ASR Talenti, sito dedicato alla Roma. Torna su - Mappa del sito - Privacy policy - Condividi