Dino Da Costa

Dino Da CostaNato a Rio De Janeiro il primo agosto del 1931, Dino Da Costa cresce calcisticamente nel club del Botafogo, squadra della sua città natale. Dopo alcuni anni nelle giovanili nel 1951, a diciassette anni, passò in prima squadra. "Dino", come veniva chiamata in Brasile, il 14 giugno del 1951 esordì segnando una doppietta. Negli anni successivi formò un attacco stellare assieme ai talenti brasiliani Garrincha e Vinicio. Nel 1954 vinse il titolo di capocannoniere del campionato carioca con 24 reti in 26 gare. In totale nelle cinque stagioni al Botafogo realizza ben 167 marcature in 144 partite disputate.

Carriera di Da Costa nella Roma

Dino Da CostaLa Roma riuscì ad aggiudicarsi le prestazioni del forte attaccante brasiliano nell'estate del 1955, quando il Botafogo venne in Italia per una tournée. Nonostante la chiusura del calciomercato degli atleti stranieri la società capitolina riuscì ad ingaggiarlo come oriundo sfruttando le sue lontane origini italiane. Fu il primo calciatore brasiliano a far parte del club giallorosso. Già nel suo primo campionato in giallorosso Costa (nome datogli dopo "l'italianizzazione") risultò il miglior marcatore della squadra con 12 reti. La Roma arrivò terza qualificandosi per la Coppa dell'Europa Centrale.

Da Costa capocannoniere

La stagione più prolifica per Da Costa nella Roma fu la seconda, quando realizzò 22 reti piazzandosi al primo posto nella classifica dei capocannonieri della serie A. Era da vent'anni, quando il bomber del campionato italiano fu Guaita, che un calciatore romanista non riusciva in quest'impresa.

Dino Da CostaNonostante le ripetute marcature dell'attaccante brasiliano la Roma non riuscì ad andare oltre il quattordicesimo posto rischiando addirittura la retrocessione. Anche la terza e la quarta stagione di Da Costa alla Roma furono ottime: 19 gol in 33 gare nel 1957/58 (Roma quinta) e 15 gol in 27 partite l'anno successivo (Roma sesta). Il 15 gennaio 1958 Da Costa disputa la sua unica partita nella Nazionale azzurra: Irlanda del Nord-Italia, valida per la qualificazione ai Mondiali del 1958. L'Italia viene sconfitta ed eliminata, il gol dell'oriundo Da Costa è inutile e per la prima volta nella storia l'Italia è fuori dalle fasi finali dei campionati del Mondo.

Dino Da CostaNel 1959/60 la prima stagione deludente di Da Costa nella Roma, farcita soltanto da 2 marcature. Al termine del campionato fu ceduto in prestito alla Fiorentina dove tornò ai fasti dell'avventura capitolina e contribuì alla vittoria di Coppa Italia e Coppa delle Coppe. Al rientro a Roma però non riuscì a ripetersi e dopo pochi mesi, a novembre del 1961, fu ceduto definitivamente all'Atalanta. Unica consolazione di quel ritorno nella Capitale fu la conquista della Coppa delle Fiere.

Dino Da CostaL'esperienza romanista di Dino Da Costa dura sei stagioni e mezzo. Il brasiliano di Rio gioca 149 partite di campionato segnando 71 gol. Dal 1955 al novembre 1961 colleziona un totale di 163 presenze e 79 gol.

Dino Da Costa nella stagione 1958/59

Da Costa castiga-lazio

Dino Da CostaL'attaccante italo brasiliano Da Costa fu un autentico spauracchio per i calciatori ed i tifosi della Lazio, in particolar modo per il portiere biancoceleste Bob Lovati. Con 13 reti (o 12 perché una venne assegnata per via delle regole del tempo ad un autogol di Janich) Da Costa è il calciatore romanista ad aver segnato più gol alla Lazio. Lui si vanta di averne segnate addirittura 14 considerando anche quella siglata in un'amichevole disputata a Frascati tra le vecchie glorie del calcio romano.

Dino Da Costa nel derbyUfficialmente le dodici reti di Da Costa con la Roma nei derby sono dodici, 9 in campionato, 2 in Coppa Italia e 1 in amichevole, tutte segnate su azione: la prima nel corso del Trofeo Remo Zenobi, due doppiette nei derby del campionato 1956/57, altre cinque reti nei quattro derby dei due anni successivo e due nelle sfide della Coppa Italia 1958/59.

Celebrazione di Da Costa

Dino Da Costa celebrato nel 2012/13

Dino Da Costa celebrato nel 2012/13Nel 2012/13 Dino Da Costa è stato celebrato dalla Roma sotto la Curva Sud insieme a Marco Delvecchio, come calciatori romanista ad aver segnato più reti ai rivali della Lazio.

Roma-Napoli 8-0, Da Costa festeggiato dai raccattapalle

Roma-Napoli 8-0, Da Costa festeggiato dai raccattapalle