Giuseppe Giannini

Un giovane Giuseppe Giannini ai tempi della primavera

Giuseppe Giannini nasce a Roma il 28 agosto 1964. Di ruolo centrocampista, cresce calcisticamente nell'Almas e dal 1978 entra a far parte del vivaio giallorosso. Giannini esordisce con la Roma in serie A il 31 gennaio 1982, nell'incontro Roma-Cesena 0-1. Nel campionato successivo, quello del secondo scudetto giallorosso, non scende mai in campo ma nella stagione 1984/85 segna la sua prima rete nel massimo campionato italiano, allo stadio Olimpico contro la Juventus. Con il tempo diventa titolare inamovibile nello scacchiere giallorosso e viene ribattezzato "il principe" per l'eleganza e la visione di gioco.

Un giovane Giuseppe Giannini  festeggia la Coppa Italia

Testa alta e tiro proibito, fu apprezzato sin da giovanissimo dai suoi compagni di squadra più adulti, Falcao in primis. A partire dalla stagione 1986/87 diventa anche il capitano oltre un simbolo della squadra giallorossa. Purtroppo non ebbe mai l'opportunità di giocare in una Roma alla sua altezza, in grado di puntare al titolo di Campione d'Italia. La stagione più ricca di soddisfazioni probabilmente è la 1990/91, dove raggiunge la finale in Coppa UEFA e coppa Italia. I trofei conquistati da Giannini con la Roma sono 3 Coppa Italia: 1983/84, 1985/96 e 1990/91.

Giuseppe Giannini

"Il principe" è titolare dell'Italia di Azeglio Vicini che partecipa ai campionati del mondo di Italia 90. Durante le "notti magiche" Giannini indossa la casacca azzurra numero 10, realizza una rete nel girone contro gli Stati Uniti e vive la deludente sconfitta in semifinale contro l'Argentina. Complessivamente disputa con gli azzurri 47 gare realizzando 6 gol. Con la nazionale under 21 il bottino è di ventuno gare e un gol.

Giuseppe Giannini

Al termine della stagione 1995/96 Giannini lascia la squadra giallorossa. Non più nelle grazie della società da mesi, dalla Capitale si trasferisce allo Sturm Graz, dove gioca 16 gare e segna una rete. Poi torna in Italia, al Napoli, dove ritrova il tecnico Carlo Mazzone. L'esperienza da calciatore all'ombra del Vesuvio solo pochi mesi, dopo i quali si trasferisce al Lecce guidato da Nedo Sonetti. In Salento gioca in maniera brillante la sua ultima stagione in serie A.

Il 17 maggio 2000 allo Stadio Olimpico si celebra il Giuseppe Giannini day, una partita amichevole per l'addio al calcio del capitano giallorosso. È il giorno successivo alla vittoria dello scudetto da parte della Lazio e a fine primo tempo molti spettatori giallorossi, esasperati e rancorosi nei confronti della Roma, invadono il campo, distruggono le porte e mettono fine alla festa del principe con quarantacinque minuti d'anticipo.

Giuseppe Giannini Day

Carriera con la Roma

Giuseppe Giannini

Giuseppe Giannini conta con la Roma: 318 gare e 49 reti in campionato, 1 spareggio UEFA, 1 gara di Supercoppa Italiana, 79 gare e 19 reti in Coppa Italia, 38 gare e 7 reti nelle Coppe europee.

Stagione

Presenze

Reti

1981/82

1

0

1982/83

0

0

1983/84

2

0

1984/85

26

4

1985/86

22

2

1986/87

25

3

1987/88

28

11

1988/89

32

6

1989/90

31

3

1990/91

24

3

1991/92

24

4

1992/93

29

9

1993/94

26

3

1994/95

28

1

1995/96

20

0

Giannini e i tifosi

Sempre stimato dai tifosi giallorossi, Peppe Giannini è stato ringraziato alla fine della sua esperienza alla Roma con tanti striscioni tra cui "Solo chi la ama e chi soffre per la maglia, ha il diritto di onorarla... per sempre grazie capiano! CUCS Roma" e "10 Unico...mio capitano". Sotto un'immagine di Firenze: Giannini saluta, è il suo ultimo incontro in giallorosso, ha rimediato un'ammonizione che non gli permetterà di giocare l'ultima partita di campionato allo stadio Olimpico davanti al suo pubblico.

La Sud per Giuseppe Giannini, lo striscione '10 Unico...mio capitano'

Giuseppe Giannini

Fiorentina-Roma, l'ultima partita di Giannini in giallorosso

Giannini dopo la vittoria per 3-0 contro la Lazio

Nella fotografia sopra capitan Giannini festeggia al termine del derby vinto 0-3 contro la Lazio, il 27 novembre 1994. Sotto un'esultanza all'Olimpico sotto la Curva Sud e dopo un gol nel derby.

Giuseppe Giannini sotto la Curva Sud

Giannini esulta dopo il gol al derby


Giuseppe Giannini
Giuseppe Giannini
Giuseppe Giannini
Giuseppe Giannini

Dal sito asroma-calcio.com: "E intanto Peppe giocava, giocava sempre a pallone: agli inizi, il suo primo scenario fu quello della parrocchia di San Giuseppe a Frattocchie, poi al campo di Santa Maria delle Mole. Ci mette poco a mettersi in evidenza, il piccolo Principe. Sono molti gli osservatori che lo seguono e tanta attenzione portera' i suoi frutti: in breve tempo Giannini passa all' Almas. Nel frattempo, vive come tutti gli altri bambini: va a scuola, d' estate al mare. La sua famiglia e' molto unita ma il pallone ce l' ha sempre in testa...Quando fa parte dell' Almas viene convocato a Milano per un provino. Parte per Milanello, il provino va bene. Ma sono interessate all' acquisto del ragazzino anche Roma e Lazio. Lui non e' convinto nè della lazio, nè del Milan: non riesce a vedersi con una maglia biancoceleste o rossonera, la sua fede è già giallorossa. Alla fine, il regista del suo ingaggio alla Roma sarà Giorgio Perinetti, all' epoca responsabile del settore giovanile giallorosso. Dino Viola staccò un assegno di quaranta milioni, un' enormità per quegli anni. Nacque così la storia romanista del Principe."

Giuseppe Giannini
Giuseppe Giannini
Giuseppe Giannini
Giuseppe Giannini il giorno dell'addio al calcio

Giannini esulta dopo il goal in Roma-Slavia Praga 3-1

Giannini esulta dopo il goal in Roma-Slavia Praga 3-1

Monografie

Scegli il calciatore di cui leggere la biografia

Altri giocatori

Tutti i calciatori della Roma dal 1927 ad oggi:

Scegli l'iniziale per vedere la lista dei calciatori


Se vuoi scriverci o aggiugnere il tuo contributo a questa pagina riempi il modulo di contatto qui sotto.




Ultima modifica di questa pagina: 16/05/2022