Angelino Cerretti

Angelino Cerretti, nato a Roma il 10 marzo 1902, è stato il primo massaggiatore dell'A.S.Roma. Lavorò nella società per più di 40 anni curando gli acciacchi di tantissimi giocatori, sin dalla fondazione, l'epoca di Ferarris e Bernardini, fino agli anni sessanta. Autodidatta, si chiudeva alla Biblioteca Nazionale dove leggeva testi di medicina che riportano ancora oggi le sue annotazioni autografe. L'anno del primo scudetto partì volontario per la Russia e fu sostituito durante la sua assenza da Angelo Cesaroni. Grande sostenitore dei colori giallorossi ricoprì quasi una figura paterna all'interno dello spogliatoio, eppure diceva sempre di essere l'ultima ruota del carro. Angelino Cerretti muore il 16 febbraio 1974. Nel suo testamento chiede che il feretro passi per il vecchio Campo Testaccio.


Cerretti nel 1931


Cerretti nel 1932


Cerretti nel 1933


Cerretti nel 1936


Cerretti nel 1946


Cerretti nel 1946


Angelino Cerretti e l'attaccante Galli


Cerretti si prende cura di Maestrelli


Cerretti nel 1933


61/62, Angelo Cerretti a passeggio con i giocatori nella trasferta di Birmingham


Cerretti e la Roma vincitrice della Coppa del Sol


Stagione 1963/64, la Roma schierata all'Olimpico

Striscione della Curva Sud per Angelino Cerretti, con la sua frase: "Fiore d'erbaccia, nun posso vive in maja giallorossa, quelli che c'hanno er core sottotraccia!

ADS

ADS