Rosella Sensi

La seconda presidentessa

Il presidente della Roma Rosella Sensi

La Roma come eredità

Rosella Sensi nasce a Roma il 18 dicembre 1971, da Maria Nanni e Francesco Sensi, consigliere, dirigente e poi presidente della Roma dal 1993 al 2008.

Seconda donna presidente di una squadra di calcio di serie A dopo Flora Viola, che nel 1991 aveva mantenuto le redini della Roma dopo la morte del marito Dino, Rosella Sensi ha ricoperto la carica di amministratore delegato della Roma fino al giugno 2011. E' stata presidente della Roma dopo la morte del padre Franco, avvenuta il 17 agosto 2008, dal 28 agosto 2008 al 14 marzo 2011.

Sotto la sua guida la Roma vince due volte la Coppa Italia (2006/07 e 2007/08) e una Supercoppa Italiana (2007). In campionato sfiora lo scudetto nella stagione 2009/10, con Claudio Ranieri in panchina.

Finisce l'era Sensi

Nel luglio 2010 Rosella Sensi cede la Roma all'istituto di credito Unicredit, chiudendo così dopo 17 anni l'era Sensi, iniziata nel 1993. Viene creata la Newco Roma, di proprietà al 51% dalla famiglia Sensi e al 49% da Unicredit, e nell'estate 2011 viene sancito il passaggio nelle mani della proprietà americana. Roberto Cappelli ricoprirà il ruolo di presidente del consiglio d'amministrazione dalle dimissioni di Rosella Sensi, avvenute il 28 giugno 2011, al 18 agosto, data in cui Thomas Di Benedetto diventa ufficialmente il nuovo proprietario dell'A.S.Roma.

Il presidente della Roma Franco Sensi e la figlia Rosella
Rosella e Franco Sensi

Rosella Sensi alza con Totti la Coppa Italia vinta dalla Roma

Rosella Sensi alza con Totti la Coppa Italia vinta dalla Roma.