A.S.Roma-Lazio 1-0, 2009/10

Roma-Lazio 1-0, Cassetti





Roma-Lazio 1-0 Roma (4-4-2): Julio Sergio, Burdisso, Mexes (44' pt Cassetti), Juan, Riise, Perrotta , De Rossi, Pizarro, Menez (1' st Brighi), Vucinic (45' st Taddei), Totti (32 Doni, 3 Andreolli, 19 Julio Baptista, 89 Okaka). All.: Ranieri Lazio (3-5-1-1): Muslera, Diakitè, Stendardo, Radu, Lichtsteiner, Matuzalem (1' st Foggia), Brocchi, Baronio(44' st Dabo), Kolarov, Mauri (37' st Rocchi.), Zarate. (88 Berni, 7 Eliseu, 13 Siviglia, 23 Meghni). All.: Ballardini. Arbitro: Rizzoli di Bologna Marcatori: 34'st Cassetti. Espulso: Pizarro 43'st Ammoniti: Menez, Mexes, Stendardo, Baronio, Mauri


Nessuno avrebbe mai detto che sarebbe stato Cassetti l'uomo derby. Il terzino bresciano classe '77 con il numero 77 sulle spalle, proprio al minuto 77 decide una stracittadina fino a quel momento equilibrata. Partita tesa sia in campo che sugli spalti: nel primo tempo la gara viene sospesa 7 minuti a causa della "bagarre" in Tribuna Tevere e si rischia lo stop della gara. Si va avanti e la Roma, contro i numeri che volevano il 2 (vedi l'ultima vittoria della squadra di Ballardini il 28 agosto), riesce a far suo il derby e i tre punti con l'uomo che non t'aspetti: Marco Cassetti. Il difensore entra in campo al posto di Philippe Mexes, poi dritto dritto negli almanacchi della squadra giallorossa e nella storia della stracittadina.



"E' il massimo per un giocatore della Roma fare un gol in un derby. Non ho avuto la forza di esultare perché non ci credevo... Un gol così importante non l'avevo mai fatto. Da quattro anni sono alla Roma e troviamo sempre difficoltà a esprimere il nostro gioco, siamo un po' frenati a livello psicologico. Oggi ho segnato al minuto 77 e ho la maglia 77, un curioso particolare. In questa squadra ho sempre creduto, abbiamo grandi potenzialità che all'inizio erano inespresse. Stiamo tornando ai livelli degli ultimi anni. Il gol? Lo dedico a mia moglie". Marco Cassetti

"Quando ero in Curva Sud da ragazzino sognavo un giorno così. Prima e dopo mi batteva il cuore e sono trasportato dal mio “io” tifoso al centro ad abbracciare tutti i ragazzi." Claudio Ranieri