Milan-A.S.Roma 2-1, 2009/10




Milan 2 Roma 1 MILAN: Dida, Oddo, Nesta, Silva, Zambrotta, Abate (Inzaghi 1' s.t.), Pirlo, Ambrosini, Seedorf, Ronaldinho (Flamini 39' s.t.), Pato. A disposizione: Roma, Favalli, Jankulovski, Antonini, Huntelaar. All.: Leonardo. ROMA: Doni, Cassetti, Mexes, Burdisso, Riise, Taddei (Guberti 26' s.t.), De Rossi, Pizarro, Perrotta, Menez (Baptista 30' s.t.), Vucinic (Okaka Chuka 27' s.t.). A disposizione: Lobont, Andreolli, Faty, Brighi. All.: Ranieri. Arbitro: Rosetti Marcatori: Menez (R) al 3' p.t.; Ronaldinho (M) su rig. al 11', Pato (M) al 22' s.t. Note: Ammoniti: Doni (R), Riise (R), Menez (R), Nesta (M), Pirlo (M), Ambrosini (M), Seedorf (M), Inzaghi (M).Espulsi: Ambrosini (M) al 37' s.t.

Prima sconfitta in campionato per la Roma di Claudio Ranieri che ritrova Doni tra i pali. Ottimo primo tempo: il francese Jeremy Menez, buonissima la sua prestazine, dopo pochi minuti segna il gol del vantaggio e poi si vede negato un rigore netto. Il portiere rientrante Dida è protagonista più volte. Nella ripresa il Milan reagisce e grazie ai gol dei brasiliani Ronaldinho (su rigore) e Pato si aggiudica i tre punti. Dopogara nervoso con Pizarro che all'uscita del campo rompe con un pugno il cartellone per le interviste di Sky e Daniele Pradè che nelle interviste se la prende con l'arbitro Rosetti.

Nel dopogara di Milan-Roma, Claudio Ranieri è tornato a parlare dell’episodio che ha cambiato la partita: il calcio di rigore concesso alla squadra rossonera: "Vergogna tutto, stavamo giocando bene, dovevamo chiuderla. Nel secondo tempo non siamo partiti per mettere in difficoltà il Milan, abbiamo aspettato tropo. Mi auguro ci sia il rigore per il Milan, nel primo tempo ce ne erano un paio per Menez. Sembra che Burdisso abbia preso la palla. Il difensore non doveva entrare, strano sia stato tratto in inganno l’arbitro qui e non quando il pallone nel primo tempo ce lo aveva Menez. Lì non so dove era posizionato l’arbitro, Thiago ha fatto un fallo astuto, se era impallato non poteva vederlo”. Poi il tecnico ha continuato la sua disamina sulla gara della sua squadra: "Nella gestione della palla non ho rimpianti, volevo si chiudesse la partita, loro erano in netta difficoltà, non dovevamo dargli le possibilità di riaprirla che hanno avuto. Ormai la partita è finita, ci stiamo prendendo il brodino. I ragazzi dicevano che già lo sapevano come andava a finire, io non ci sto, dovevamo giocare come nel primo tempo e cercare di fargli gol. Nel primo tempo lo abbiamo fatto bene, nella ripresa dovevamo essere bravi e volenterosi come nel primo, cercavamo il momento giusto per ripartire che non è arrivato. Poi loro sono cresciuti fino a che non è arrivato il rigore". Capitolo Vucinic: "E’ stato recuperato all’ultimo istante, ha fatto tre giorni di allenamento in due settimane". "Dobbiamo lavorare lì, è il nostro tallone d’Achille – continua il tecnico parlando dei troppi gol subiti dalla retroguardia giallorossa – stiamo facendo grossi allenamenti per non subire, anche senza Totti abbiamo fatto gol, un primo tempo da mettere in vetrina, rispetto al secondo dovremo capire perché abbiamo fatto quelle cose lì".

Ultima modifica di questa pagina: 19/10/2009

Il quiz della Roma

30 marzo... 1947, Brescia-Roma 3-0. 1952, Roma-Marzotto 3-1, doppietta di Bettini e gol di Galli. 1980, Sonora sconfitta in trasferta: Ascoli-Roma 3-0. 1991, Bologna-Roma 2-3, Rizzitelli, Desideri e Voeller recuperano due gol di svantaggio. 2002, Roma-Bologna 3-1, Montella e doppietta di Emerson. 2014, Nell'anticipo domenicale delle 12.30 la Roma passa a Sassuolo 0-2, in gol Destro e Bastos, e rosicchia 3 punti alla Juve capolista che la sera esce sconfitta dal San Paolo. Il distacco ora è di 11 punti.

Avvenimenti della storia della Roma Tutti gli avvenimenti di marzo nella storia della Roma.

ASR Talenti, sito dedicato alla Roma. Torna su - Mappa del sito - Privacy policy - Condividi