23 novembre... 1930, Nona di campionato, Livorno-Roma 1-3, a segno Bernardini e due volte Volk. 1931, Viene esonerato mister Burgess, al suo posto il viennese Baar.

Avvenimenti della storia della Roma Tutti gli avvenimenti di novembre nella storia della Roma.

Il quiz della Roma

Francesco Totti

Biografia di Francesco Totti

L'arrivo alla Roma

Francesco Totti nasce a Roma il 27 settembre 1976, da mamma Fiorella e papà Enzo. Dimostra sin da piccolissimo confidenza con la sfera di cuoio (i primi "insegnamenti" risalgono a nove mesi di età…), naturale la scelta dei genitori di farlo giocare in qualche squadra sin da subito. La sua prima squadra è la Fortitudo, scelta territoriale trattandosi di una piccola società di San Giovanni, il quartiere dove vive la famiglia di Totti. Dalla Fortitudo di Trillò, Francesco passa alla Smith Trastevere, alla corte di Pergolati e Paolucci. Il ruolo occupato in campo è quello di centrocampista, scelta quasi obbligata per i mister che hanno la fortuna di allenarlo, data la classe "pulita" che il giovane esibisce con estrema disinvoltura. Nel 1986 il passaggio alla Lodigiani, primo gradino importante verso il calcio che conta. Il giovane Francesco Totti alla Lodigiani è allenato prima da Mastropietro e poi da Emidio Neroni, due figure molto importanti dal punto di vista calcistico per il ragazzo. Dopo altre due stagioni, la famiglia Totti viene sottoposta ad un dilemma, la Lodigiani gli fa presente che Francesco fa gola sia alla Roma che alla Lazio.

Di fronte a quel bivio i genitori del giovane calciatore di Porta Metronia non hanno nessuna esitazione e Totti nel 1989 diventa un calciatore della Roma, approdando a Trigoria e iniziando così dalle giovanili la sua lunga carriera in giallorosso. Il talento naturale di Francesco spinge i tecnici di tutte le rappresentative a convocarlo sempre più spesso. Nella stessa stagione gli capita di disputare partite con gli Allievi Nazionali e la Primavera (nella stagione 1991/92) o addirittura di essere decisivo per la conquista dello scudetto sempre con gli Allievi pur giocando titolare nella Primavera e trovando comunque il modo di esordire in serie A (nel campionato 1992/93). Il tecnico Vujadin Boskov lo nota al campo d'allenamento romanista di Trigoria, nelle partite che i giovani disputano contro la prima squadra. Il 28 marzo 1993 il tecnico slavo gli concede il piacere dell'esordio in Serie A, nei minuti finali della partita contro il Brescia vinta dai giallorossi per 0-2.

Da quel momento il rapporto tra Francesco Totti e la prima squadra giallorossa andrà sempre in crescendo e nel frattempo continua anche l'esperienza nelle giovanili dell'Italia. Anche in Nazionale le soddisfazioni per Francesco non mancano: fin dall'under 15 guidata da Corradini, passando per le rappresentative allenate da Sergio Vatta, Totti si mette in luce. L'apice della sua carriera nelle giovanili azzurre Totti lo raggiunge con la conquista del titolo europeo Under 21, nella Nazionale allenata da Cesare Maldini. Il 31 maggio 1996 l'Italia batte la Spagna in finale ai calci di rigore. Pochi mesi prima Totti aveva conosciuto il sapore d'indossare la casacca nella Nazionale maggiore: nel febbraio 1996 il Commissario tecnico Arrigo Sacchi lo aveva convocato per uno stage alla Borghesiana regalandogli parole di grande stima e considerazione.

L'affermazione in prima squadra

"Ricordo ancora il giorno del mio esordio. Quando Boskov mi ha detto 'Vai, scaldati che entri subito' ero seduto in panchina vicino a Roberto Muzzi, pensavo che il Mister ce l'avesse con lui, invece Roberto mi ha detto 'Vedi che ce l'ha con te, vai'. Sono entrato, ho fatto riscaldamento in dieci secondi. Stavo realizzando il mio sogno" - Francesco Totti (da Mò je faccio er cucchiaio)

Età e note
Stagione
Presenze in
campionato
Gol in
campionato
Presenze in
Coppa Italia
Gol in
Coppa Italia
Presenze in
Coppe europee
Gol in
Coppe europee

16 anni,
Ia stagione con la Roma

2
0
0
0
0
0

Il 28 marzo 1993 Totti fa il suo esordio in serie A, subentrando al 42' della ripresa a Ruggiero Rizzitelli in Brescia-Roma 0-2. Vujadin Boskov è l'allenatore che lo lancia per la prima volta nella mischia del campionato italiano. Sinisa Mihajlovic, all'epoca titolare nel centrocampo della Roma, racconta di essere stato lui a convinvere il tecnico a fa esordire Totti.

17 anni,
IIa stagione con la Roma

8
0
2
0
-
-

Alla Roma arriva il tecnico Mazzone, che aiuta Totti ad affrontare al meglio i primi anni in serie A. Il 16 dicembre 1993 gioca la prima gara da titolare nella Roma: Roma-Sampdoria di Coppa Italia. In questa stagione Francesco Totti gioca il suo primo derby.

18 anni,
IIIa stagione con la Roma

21
4
4
3
-
-

Alla prima giornata di campionato, Roma-Foggia 1-1, Francesco Totti segna il suo primo gol ufficiale con la Roma. Mazzone lo fa giocare sempre più spesso e l'enfant prodige giallorosso realizza ben 7 reti tra campionato e coppa.

19 anni,
IVa stagione con la Roma

28
2
1
0
CU 7
CU 2

Nella stagione che si chiude con l'addio di due grandi romanisti come Giannini e Mazzone, Totti conferma a tutti di essere pronto a prendere per mano la Roma. Gioca sempre più spesso da titolare e durante la stagione ha l'occasione di disputare le prime gare nelle competizioni internazionali. In Coppa UEFA segna i primi gol europei, di cui il primo assoluto in casa contro i belgi dell'Aalst.

20 anni,
Va stagione con la Roma

26
5
1
0
CU 3
CU 0

Il campionato 1996/97 è probabilmente l'unico in cui c'è stata la concreta possibilità che Totti lasciasse la Roma. La "colpa" è dovuta all'allenatore argentino Carlos Bianchi, chiamato da Franco Sensi a guidare la Roma. Il tecnico ritiene Totti un giocatore qualunque ed in inverno di prospetta l'ipotesi di una cessione di Totti, alla Sampdoria del presidente Mantovani. E' il Torneo Città di Roma contro Ajax e Borussia Moenchengladbach, svoltosi all'Olimpico nel febbraio 1997, a far saltare la trattativa con i liguri: Totti nell'occasione mette in luce la sua immensa classe ed il presidente Sensi, spinto anche dalla piazza romana, si convince che Francesco deve rimanere alla Roma.

Il biennio con Zeman

"Mi sfottono per l'accento, per i modi, per qualche parolaccia. Se lo dice Valentino Rossi, col suo dialetto, tutti ridono; se lo dico io, sono un coatto, un ignorante, un burino. Forse dispiace che un giocatore importante stia a Roma e non altrove. Il potere del calcio non è un'esclusiva del Nord, ma la musica è sempre la stessa: noi romani siamo viziati, pigri, prepotenti. La pensino come vogliono, io sono nato romano e romanista. E così morirò." - Francesco Totti

Età e note
Stagione
Presenze in
campionato
Gol in
campionato
Presenze in
Coppa Italia
Gol in
Coppa Italia
Presenze in
Coppe europee
Gol in
Coppe europee

21 anni,
VIa stagione con la Roma

30
13
6
1
-
-

Con il nuovo tecnico della Roma Zdenek Zeman ed il suo 4-3-3 Totti gioca da attaccante e per la volta in carriera va in doppia cifra in campionato. Realizza gol meravigliosi, come quello contro il Parma a Buffon in pallonetto. Il 31 ottobre 1998 Aldair sceglie di consegnare a Totti la fascia da capitano della Roma. Il 9 novembre 1997 segna la prima doppietta, contro il Bari. Durante la stagione Francesco diventa anche il numero 10 della Roma. A fine campionato riceve il premio Guerin D'Oro.

22 anni,
VIIa stagione con la Roma

31
12
3
1
CU 8
CU 3

Totti realizza in questa stagione il suo primo gol nel derby, siglando la marcatura del 3-3 finale nel derby d'andata. Il 10 ottobre 1998 arriva l'esordio in Nazionale maggiore, nelle qualificazioni agli europei del 2000: ad Udine contro la Svizzera, subentra al minuto 70 a Del Piero, nell'Italia allenata da Dino Zoff.

Arriva lo scudetto

"Avrei potuto vincere molto con altre squadre, ma sono orgoglioso di quello che ho fatto con questa maglia. Altri trionfi con una casacca diversa non mi avrebbero dato le stesse emozioni che ho provato qui, da capitano." - Francesco Totti

Età e note
Stagione
Presenze in
campionato
Gol in
campionato
Presenze in
Coppa Italia
Gol in
Coppa Italia
Presenze in
Coppe europee
Gol in
Coppe europee

23 anni,
VIIIa stagione con la Roma

27
7
2
0
CU 5
CU 1

L'AIC premia Totti come miglior calciatore italiano e miglior calciatore giovane. A fine stagione il capitano della Roma disputa da titolare i Campionati Europei con la nazionale Italiana. Gli azzurri raggiungono la finale della competizione ma vengono sconfitti, dopo essere andati in vantaggio, ai tempi supplementari dalla Francia. In semifinale contro l'Olanda Totti stupisce tutti, compagni di squadra e spettatori, segnando in pallonetto a Van der Sar uno dei calci di rigore finali. Nasce così quello che negli anni a seguire verrà definito il "cucchiaio di Totti".

24 anni,
IXa stagione con la Roma

30
13
2
1
CU 3
CU 2

Il 17 giugno 2001, al termine di una stagione esaltante, la Roma vince lo scudetto per la terza volta nella sua storia. Totti corona il suo sogno diventando il capitano della Roma campione d'Italia.

25 anni,
Xa stagione con la Roma

24 (+1 SI)
8 (+1 SI)
0
0
CL 11
CL 3

La stagione romanista di Totti con lo scudetto tricolore sul petto si apre con la vittoria della Supercoppa Italiana. Il capitano giallorosso alza il trofeo al termina della gara vinta 3-0 contro la Firoentina. A settembre Totti esordisce e segna in Champions League, massima competizione europea, realizzando su rigore il primo gol l'11 settembre 2001 in casa contro il Real Madrid. Segna anche il gol del vantaggio giallorossa nella gara di ritorno al Santiago Bernabeu.

26 anni,
XIa stagione con la Roma

24
14
5
3
CL 6
CL 3

Il capitano disputa con la Roma la Champions League, per la seconda volta nella storia del club giallorosso ed anche in questa edizione realizza 3 gol. In campionato, il 29 settembre, Totti realizza la prima tripletta in serie A. Nel mese di giugno Totti disputa per la prima volta i Mondiali di Calcio che si disputano in Corea del Sud. Gioca da attaccante titolare, rifinitore alle spalle di Vieri. L'Italia viene eliminata agli ottavi dai padroni di casa a causa di un arbitraggio scandaloso dell'arbitro ecuadoregno Byron Moreno, tanto che in futuro si parlerà di combine. Durante la gara Totti viene espulso per doppio giallo, il secondo per una simulazione in area inesistente.


27 anni,
XIIa stagione con la Roma

31
20
0
0
CU 1
CU 0

.

Totti diventa il centravanti della Roma e per la prima volta in carriera raggiunge le 20 reti in campionato. In coppia con Cassano fanno vedere cose funanboliche. Nel girone di ritorno al termine di Roma-Juventus 4-0 viene colto dalle telecamere mentre saluta gli avversari juventini con il gesto eloquente "Zitti, quattro e a casa". Nel derby, dopo l'ennesimo gol ai biancocelesti, fa una delle suo originali esultanze inquadrando, con la telecamera di un giornalista Sky, la Curva Sud che festeggia la rete.

La Coppa del Mondo e l'era Spalletti

"Quando ero piccolo e annavo a giocà a' pallone con ragazzi che non conoscevo e stavano a fa le squadre se finiva sempre con "palla o regazzino?" poi dopo 2 minuti di gioco ed un paio di tunnel a tutti: "Rifamo le squadre, rifamo le squadre il regazzino è troppo forte!" - Francesco Totti (da Mò je faccio er cucchiaio)

Età e note
Stagione
Presenze in
campionato
Gol in
campionato
Presenze in
Coppa Italia
Gol in
Coppa Italia
Presenze in
Coppe europee
Gol in
Coppe europee

28 anni,
XIIIa stagione con la Roma

29
12
7
3
CL 4
CL 1

Nella stagione dei cinque allenatori Totti è sempre il punto fermo della squadra giallorossa. Supera il record stabilito da Roberto Pruzzo di 106 gol in campionato con la maglia della Roma, diventando così il calciatore romanista ad aver segnato più gol in serie A. La rete siglata a Milano contro l'Inter gli fa vincere il titolo di miglior gol agli Oscar del Calcio AIC. Il 19 giugno 2005 sposa Ilary Blasi nella chiesa di Santa Maria Ara Coeli in Campidoglio. L'evento viene trasmesso in diretta in una lunga diretta da Sky.

29 anni,
XIVa stagione con la Roma

29
17
2
0
CU 3
CU 2

Il primo campionato di Spalletti vede la Roma inanellare a cavallo tra il girone d'andata e quello di ritorno, 11 vittorie consecutive. Totti è protagonista fino a Roma-Empoli, 19 febbraio 2006, quando a seguito di un fallo di Vanigli subisce la rottura del perone della gamba sinistra. Una settimana prima del derby... L'infortunio rischia di tenerlo fuori dal Mondiale in Germania in programma a giugno. L'intervento perfetto del professor Mariani e la forza di volontà del Capitano fanno sì che Totti riesca a partecipare alla competizione che si conclude con la conquista della Coppa del Mondo, per la quarta volta nella storia, da parte dell'Italia. Totti disputa il Mondiale da titolare, entra nelle azioni di quasi tutti i gol azzurri e realizza il rigore decisivo ai quarti di finale contro l'Australia. Durante il periodo di riabilitazione Totti ha l'occasione di tornare a seguire la sua Roma dalla Curva Sud, in Roma-Palermo di Coppa Italia del 13 Aprile 2006. Una straordinaria rete al volo in campionato contro la Sampdoria gli permette di conquistare per il secondo anno di file il titolo di miglior gol agli Oscar del Calcio AIC. Francesco Totti in questa stagione diventà papà per la prima volta.

30 anni,
XVa stagione con la Roma

35 (+1 SI)
26
5
2
CL 9
CL 4

La stagione 2006/07 è la più prolifica nella carriera del Capitano della Roma Francesco Totti. Il tecnico Spalletti lo schiera centravanti, "falso nueve", e Totti realizza 32 reti stagionali che gli valgono per la prima volta il titolo di capocannoniere della serie A , con 26 gol, e la conquista della Scarpa d'Oro rinoscimento per il miglior marcatore dell'anno in tutti i campionati europei. A fine stagione inoltre Totti alza per la sua prima volta la Coppa Italia. Nasce la sua seconda figlia Chanel.

31 anni,
XVIa stagione con la Roma

25 (+1 SI)
14
3
3
CL 6
CL 1

Francesco Totti vince in questa stagione, a quasi dieci anni dal ritiro dal calcio giocato, gli ultimi trofei in giallorosso. Ad inizio stagione arriva la seconda Supercoppa Italiana, vinta a Milano contro l'Inter, mentre a fine stagione alza al cielo per la seconda volta la Coppa Italia, conquistata sempre contro i neroazzurri stavolta allo Stadio Olimpico. Non disputa la finale della coppa nazionale a causa di un infortunio.

32 anni,
XVIIa stagione con la Roma

24 (+1 SI)
13
0
0
CL 7
CL 2

In questa stagione Francesco Totti raggiunge quota 175 gol in campionato, superando Amadei nella classifica dei marcatori giallorossi di tutti i tempi ed entrando nella top 10 dei cannonieri italiani.

Il secondo scudetto sfiorato

"Adesso dicono che è stato un mio limite il fatto di non aver mai cambiato squadra. In realtà era il mio sogno fin da bambino. Qui ho tutto e sto bene, si vince poco ma è stata una scelta di vita. Quello che dice la gente non mi interessa, se mi criticano nonostante i miei 200 goal vuol dire che di calcio non capiscono niente." - Francesco Totti

Età e note
Stagione
Presenze in
campionato
Gol in
campionato
Presenze in
Coppa Italia
Gol in
Coppa Italia
Presenze in
Coppe europee
Gol in
Coppe europee

33 anni,
XVIIIa stagione con la Roma

23
14
2
0
CU 6
CU 11

E' la stagione della rincorsa all'Inter e dello scudetto sfumato in casa contro la Sampdoria. Totti rinnova il suo contratto con la Roma fino al 2014.

34 anni,
XIXa stagione con la Roma
prima doppietta nel derby

32 (+1 SI)
15
0
0
CL 7
CL 2

Dopo lo scudetto sfiorato l'anno precedente la Roma riparte con Ranieri in panchina. Totti trova due nuovi compagni nel reparto offensivo della Roma, Marco Borriello e Adriano, ma il faro dell'attacco giallorosso resta sempre lui. Quando segna il gol numero 211 in serie A diventa il giocatore di serie A ad aver segnato più reti con la stessa maglia. Nelle ultime gare di campionato Totti riabbraccia Montella, neo allenatore della Roma e compagno di reparto nell'anno del terzo scudetto.

Nella Roma degli americani

"La Roma è tutto per me. E' passione, amore e gioia. Questi sono i colori per cui ho sempre tifato e che per sempre tiferò." - Francesco Totti

Età e note
Stagione
Presenze in
campionato
Gol in
campionato
Presenze in
Coppa Italia
Gol in
Coppa Italia
Presenze in
Coppe europee
Gol in
Coppe europee

35 anni,
XXa stagione con la Roma

27
8
CI 2
0
CU 2
CU 0

Nella prima stagione della Roma a stelle e strisce, che vede Luis Enrinque alla guida tecnica, Francesco Totti è il centravanti nel tridente offensivo dell'allenatore spagnolo che vede Borini, Lamela e Bojan alternarsi sulle fasce ed Osvaldo pronto ad affiancare il capitano. .

36 anni,
XXIa stagione con la Roma

34
12
CI 3
0
-
-

In questa stagione Totti ritrova alla Roma Zdenek Zeman, uno dei tecnici con cui è più legato e con il quale aveva raggiunto una forma straordinaria dal 1997 al 1999. Il tecnico boemo, grande estimatore del capitano, lo schiera nel suo tridente d'attacco assieme ad Osvaldo e Lamela. Totti in questa stagione raggiunge Nordhal al secondo posto dei marcatori della storia della serie A.

37 anni,
XXIIa stagione con la Roma

26
8
CI 3
0
-
-

Totti è protagonista, nella prima Roma di Rugi Garcia, della cavalcata iniziale che porta 10 vittorie nelle prime 10 gare. E' sempre il faro dell'attacco giallorosso che compone in questa stagione assieme a Borriello, Gervinho, Ljajic e Destro. In questa stagione diventa il miglior marcatore di sempre con una sola squadra italiana.

38 anni,
XXIIIa stagione con la Roma

27
8
CI 2
0
CL 5 - EL 2
CL 2 - EL 0

E' l'ultima stagione in cui Totti, trentottenne, può essere considerato un titolare della Roma. Il 30 settembre segna a Manchester contro il City un gol che lo fa entrare nella storia della competizione come il giocatore più anziano ad aver segnato in Champions League. Nel derby di andata segna una doppietta che consente alla Roma, sotto di due reti, di agguantare il pareggio. Il secondo gol, realizzato in sforbiciata, viene festeggiato dal Capitano della Roma con un selfie sotto la Curva Sud, un'esultanza originale che fa il giro del mondo. Con questi due gol, gli ultimi nelle stracittadine per Totti, il Capitano diventa il calciatore più prolifico di sempre nei derby.

39 anni,
XXIVa stagione con la Roma

13
5
CI 0
0
CL 2
CL 0

Francesco Totti riesce ancora a fare la differenza e regala ai romanisti un finale di stagione da sogno. L'allenatore Spalletti, subentrato a Garcia ad inizio 2017, gli concede solo pochi spezzoni nei finali di gara ma Totti riesce a comunque a rivelarsi decisivo e guida la Roma alla conquista del terzo posto. Contro il Torino in casa entra a pochi minuti dalla fine sul 2-1 per i granata e realizza una doppietta che ribalta il risultato. Nell'occasione segna il suo gol più veloce, dopo soli 22 secondi dall'ingresso in campo, e supera Baggio nella classifica dei rigoristi più prolifici della storia della serie A.

L'addio al calcio di Totti

"Ci siamo, è arrivato il momento. Purtroppo è arrivato un momento che speravo non arrivasse mai. In questi giorni ho letto tantissime cose su di me. Belle, bellissime, ho pianto sempre tutti i giorni, da solo come un matto perché 25 anni non si dimenticano così con voi dietro le spalle che mi avete spinto nel bene e nel male, nei momenti belli ma soprattutto in quelli brutti. E per questo vi ringrazio tutti anche se non è facile. Lo sapete che non sono di tante parole, però le penso. In questi giorni con mia moglie ci siamo messi a tavolino e gli ho raccontato un po' di cose, a cominciare dagli anni vissuti con questa maglia, con questa unica maglia. Anche io ho scritto una lettera per voi, non so se riuscirò a leggerla ma ci provo e se non finisco, lo farà mia famiglia. Leggo perchè sennò si fa tardi, io starei qua altri 25 anni ma so che è ora di cena e avete fame.

Grazie Roma, grazie mamma e papà, grazie fratello mio, grazie ai miei amici, grazie a mia moglie e ai miei figli. Ho voluto iniziare dai saluti perchè non so se saprò leggere queste righe prima di scoppiare in lacrime. E' impossibile raccontare 28 anni di storia in poche righe. Io non sono capace di scrivere o esprimermi se non con i miei piedi con i quali mi viene tutto più semplice. A proposito, sapete qual è il mio compagno preferito? Il pallone e lo è ancora. Ma a un certo punto della vita arriva e ti dice che sei diventato grande, il tempo l'ha deciso. Maledetto tempo: è lo stesso tempo che il 17 giugno 2001 avremmo voluto passasse in fretta. Non vedevamo l'ora si sentire l'arbitro fischiare per tre volte per poter festeggiare tutti insieme lo scudetto. Mi viene ancora la pelle d'oca. Oggi questo tempo mi ha detto che devo crescere e non potevo più sentire l'erba sugli scarpini, l'adrenalina, la gioia per le vittorie. Mi sono chiesto in questi mesi perchè mi sto svegliando da questo sogno. Avete presente quando siete bambini e state sognando qualcosa di bello e vostra madre vi sveglia perchè dovete andare a scuola? Stavolta non era un sogno ma realtà. Io voglio dedicare questa lettera a tutti voi, ai bambini di ieri che sono cresciuti e magari sono diventati padri e a quelli di oggi che gridano "Totti gol". Mi piace pensare che la mia carriera sia per voi una favola da raccontare.

Ora è finita veramente. Mi levo la maglia per l'ultima volta. La piego per bene anche se non sono pronto a dire basta e forse non lo sarò mai. Scusate se in questo periodo non ho rilasciato interviste ma spegnere la luce non è facile. Adesso ho paura, non è la stessa cosa di quando devi segnare un rigore, stavolta non posso vedere cosa ci sarà dopo. Concedetermi un po' di paura e stavolta sono io che ho bisogno del vostro aiuto e del vostro calore. Quello che mi avete sempre dimostrato. Con il vostro affetto riuscirò a voltare pagina e a cominciare una nuova avventura. Ora ringrazio i miei compagni, i tecnici e i presidenti, tutti quelli che hanno lavorato accanto a me in questi anni. Poi i miei tifosi, la curva Sud, un riferimento per noi romani e romanisti. Nascere romani e romanisti è un privilegio, fare il capitano di questa squadra è stato un onore. Siete e sarete sempre nella mia vita. Smetterò di emozionare con i piedi ma il mio cuore sarà sempre lì con voi. Sono orgoglioso e felice di avervi dato 28 anni d'amore. Vi amo." - Francesco Totti

Età e note
Stagione
Presenze in
campionato
Gol in
campionato
Presenze in
Coppa Italia
Gol in
Coppa Italia
Presenze in
Coppe europee
Gol in
Coppe europee

40 anni,
XXVa ed ultima stagione con la Roma

18
2
CI 4
1
EL 6
EL 0

Ultima stagione del Capitano con la Roma. Durante il campionato il tecnico Spalletti lo impiega con il contagocce, privandogli in diverse occasione l'omaggio delle tifoserie rivali che vorrebbero salutarlo dopo averlo avuto tanti anni come avversario. Dopo 25 stagioni disputate in serie A con la maglia della Roma, Francesco Totti il 28 maggio 2017 da l'addio al calcio e saluta i tifosi in un Olimpico gremito come non si vedeva da Roma-Parma del 2001. Chiude con 618 presenze in serie A, terzo posto (alle spalle di Maldini e Buffon) nella classifica dei più presenti in serie A.

TOTALE

Periodo

Presenze in serie A
Gol
Presenze in Coppa Italia e Supercoppa Italiana
Gol
Presenze nelle Coppe europee
Gol

783 presenze e 307 gol

dal 1993
al 2017

619
250
59/5
18/1
103
38

Francesco Totti e la Nazionale Italiana

Di seguito alcune immagini di Francesco Totti con la maglia dell'Italia. Dopo tutta la trafila nelle Nazionali giovanili, il capitano della Roma è stato un punto fermo della Nazionale maggiore per molti anni, spesso il numero 10 dell'Italia. Nel 2000 ha sfiorato la vittoria del Campionato Europeo, ai mondiali del 2002 ha guidato la squadra fino alla beffa contro la Corea e nel 2006 ha coronato la carriera in azzurro con la conquista del Campionato del Mondo. In totale Francesco Totti vanta con la Nazionale azzurra 58 presenze e 9 gol segnati. Lascia l'azzurro nel 2007, a 31 anni: "Dopo il mondiale ho valutato per un anno cosa fare e ho dovuto constatare che non riesco a giocare più di un tot di partite all'anno. A qualcosa devo rinunciare e purtroppo devo rinunciare alla nazionale perchè alla Roma non posso. La Roma ha la priorità."

Qui sotto uno striscione dedicato dalla Curva Sud a Francesco Totti: "Tua, capitano, la curva intera... mai ammainerà l'ultima bandiera!"

Tua capitano la curva intera

Frasi su Francesco Totti

Di seguito alcune frasi sul capitano della Roma Francesco Totti. Da Maradona a Pelè, il pensiero di tanti colleghi del mondo del calcio sul calciatore romano più forte di tutti i tempi.

"E' il miglior giocatore del mondo, nonostante la sua sfortuna... Totti è il Pelè italiano? Giusto, potete dirlo. E' molto bravo, credo che adesso sia il più conosciuto nel mondo"
Pelè

"E' il miglior giocatore del mondo: mi convince più di Zidane e di Beckham. Sa rendere semplici le cose difficili, sa far giocare bene la squadra"
Diego Armando Maradona

"Un artista del calcio, un vero numero 10"
Micheal Platini

"Francesco è una leggenda."
Wesley Sneijder

"Totti? Mi ha superato perché è il migliore, non c'è niente da dire."
Giuseppe Signori

"Sarei stato onorato di giocare accanto a Totti, visto che è uno dei migliori giocatori della storia."
Raul Gonzalez Blanco

"Totti è un artista, un maestro, un architetto del pallone. Senza dubbio il miglior calciatore della storia italiana, senza nulla togliere ad altri mostri sacri come Roberto Baggio"
Alex Ferguson

"Il più forte del campionato italiano"
José Mourinho

"Quando tocca la sfera suonano le campane"
Luciano Spalletti

"Ha la capacità di essere sempre determinante"
Roberto Mancini

"Meglio di Baggio e Del Piero. E' il più grande degli ultimi 30 anni"
Gianni Rivera

"E' il miglior giocatore degli ultimi venti anni"
Marcello Lippi

"Totti, il più forte di tutti"
Massimo Moratti

"Totti vera bandiera, gode della stima di tutto il mondo"
Franz Beckenbauer

"Totti è un vero leader."
Eric Cantona

"Al di fuori del derby, secondo me è unico nel calcio, rimarrà un fenomeno e gli ho chiesto la maglia"
Lucas Biglia

"Totti merita davvero un applauso. Non è facile arrivare alla sua età ed essere ancora determinante come lui."
Roberto Baggio

"E' un fuoriclasse, ha colpi unici."
Pep Guardiola

"Totti e' un giocatore straordinario, avrebbe meritato sicuramente di vincere un Pallone d'Oro e mi auguro possa giocare fino a 50 anni."
Paulo Roberto Falcao

"Ha fatto cose incredibili nel calcio."
Zinedine Zidane

"Ho speso molti soldi nella mia vita per costruire una squadra forte come il Real Madrid, ma il mio desiderio è sempre stato quello di comprare Francesco Totti. Sfortunatamente è impossibile, perché lui è sempre voluto rimanere nella sua squadra e nella sua città"
Florentino Perez

Grazie capitano

Ultima modifica di questa pagina: 04/06/2017

Pagine correlate

ASR Talenti, sito dedicato alla Roma. Torna su - Mappa del sito - Privacy policy - Condividi