Giuseppe Giannini

Un giovane Giuseppe Giannini ai tempi della primaveraGiuseppe Giannini sotto la Curva Sud Giuseppe Giannini nasce a Roma il 28 agosto 1964. Di ruolo centrocampista, cresce calcisticamente nell'Almas e dal 1978 entra a far parte del vivaio giallorosso. Esordisce in serie A il 31 gennaio 1982. nell'incontro Roma-Cesena 0-1. Nel campionato 1984/85 segna la sua prima rete: all'Olimpico contro la Juventus. Viene presto ribattezzato "il principe" per la sua eleganza e visione di gioco.

Testa alta e tiro proibito, fu apprezzato sin da giovanissimo dai suoi compagni di squadra più adulti, Falcao in primis. Presto diventa il capitano e il simbolo della squadra giallorossa. Purtroppo, non ebbe mai l'opportunità di giocare in una Roma alla sua altezza, in grado di puntare al titolo di Campione d'Italia. La stagione più ricca di soddisfazioni probabilmente è la 1990/91, quella delle due finali di Coppa. Partecipa ai Mondiali di Italia 90 indossando la casacca azzurra numero 10, realizza una rete nel girone e vive la deludente sconfitta contro l'Argentina in semifinale. Con gli azzurri gioca in totale 47 gare, con l'Under 21 ventuno gare ed un gol.

Lascia la squadra giallorossa al termine della stagione 1995/96 assieme al tecnico Carlo Mazzone. I due non sono più nelle grazie della società da mesi. Il presidente Franco Sensi il giorno che il capitano sbagliò il rigore al derby lo criticò aspramente. Giannini non lo meritava. Dalla Capitale si trasferisce allo Sturm Graz, dove gioca 16 gare e segna una rete. Poi torna in Italia, al Napoli, dove ritrova il tecnico Mazzone. L'esperienza da calciatore all'ombra del Vesuvio solo pochi mesi, dopo i quali si trasferisce al Lecce guidato da Nedo Sonetti. In Salento gioca in maniera brillante la sua ultima stagione in serie A.

Il 17 maggio 2000 viene celebrato allo Stadio Olimpico il Giuseppe Giannini day, una partita amichevole per l'addio al calcio del principe. È il giorno successivo alla vittoria dello scudetto da parte della Lazio e a fine primo tempo molti spettatori, rancorosi nei confronti della Roma, invadono il campo distruggono le porte e mettento fine alla festa del principe, interrotta con 45 minuti d'anticipo.

Giuseppe Giannini

Numeri di Giannini con la Roma

Giuseppe Giannini conta con la Roma: 318 gare e 49 reti in campionato, 1 spareggio UEFA, 1 gara di Supercoppa Italiana, 79 gare e 19 reti in Coppa Italia, 38 gare e 7 reti nelle Coppe europee.

Giannini dopo la vittoria per 3-0 contro la Lazio

Sopra il capitano dopo la vittoria per 3-0 contro la Lazio del 27-11-94. Sotto l'esultanza dopo il gol contro lo Slavia Praga. La corsa assieme a Totti sotto la Curva Sud.

Giuseppe Giannini dopo il gol contro lo Slavia Praga. Accanto a lui Totti.

La Sud per Giuseppe Giannini, lo striscione '10 Unico...mio capitano'

Sopra la Curva Sud ringrazia il capitano con lo striscione Solo chi la ama e chi soffre per la maglia, ha il diritto di onorarla... per sempre grazie capiano! CUCS Roma' e '10 Unico...mio capitano'. Sotto un'immagine di Firenze: Giannini saluta, è il suo ultimo incontro in giallorosso, ha rimediato un'ammonizione che non gli permetterà di giocare l'ultima partita di campionato davanti al suo pubblico.

Giuseppe Giannini

Carriera di Giannini alla Roma

Stagione

Presenze

Reti

1981/82

1

0

1982/83

0

0

1983/84

2

0

1984/85

26

4

1985/86

22

2

1986/87

25

3

1987/88

28

11

1988/89

32

6

1989/90

31

3

1990/91

24

3

1991/92

24

4

1992/93

29

9

1993/94

26

3

1994/95

28

1

1995/96

20

0

Giuseppe Giannini


Giuseppe Giannini
Giuseppe Giannini
Giuseppe Giannini
Giuseppe Giannini

Dal sito asroma-calcio.com: "E intanto Peppe giocava, giocava sempre a pallone: agli inizi, il suo primo scenario fu quello della parrocchia di San Giuseppe a Frattocchie, poi al campo di Santa Maria delle Mole. Ci mette poco a mettersi in evidenza, il piccolo Principe. Sono molti gli osservatori che lo seguono e tanta attenzione portera' i suoi frutti: in breve tempo Giannini passa all' Almas. Nel frattempo, vive come tutti gli altri bambini: va a scuola, d' estate al mare. La sua famiglia e' molto unita ma il pallone ce l' ha sempre in testa...Quando fa parte dell' Almas viene convocato a Milano per un provino. Parte per Milanello, il provino va bene. Ma sono interessate all' acquisto del ragazzino anche Roma e Lazio. Lui non e' convinto nè della lazio, nè del Milan: non riesce a vedersi con una maglia biancoceleste o rossonera, la sua fede è già giallorossa. Alla fine, il regista del suo ingaggio alla Roma sarà Giorgio Perinetti, all' epoca responsabile del settore giovanile giallorosso. Dino Viola staccò un assegno di quaranta milioni, un' enormità per quegli anni. Nacque così la storia romanista del Principe."

Giuseppe Giannini
Giuseppe Giannini
Giuseppe Giannini
Giuseppe Giannini il giorno dell'addio al calcio

Ultima modifica di questa pagina: 26/09/2016

Il quiz della Roma

30 marzo... 1947, Brescia-Roma 3-0. 1952, Roma-Marzotto 3-1, doppietta di Bettini e gol di Galli. 1980, Sonora sconfitta in trasferta: Ascoli-Roma 3-0. 1991, Bologna-Roma 2-3, Rizzitelli, Desideri e Voeller recuperano due gol di svantaggio. 2002, Roma-Bologna 3-1, Montella e doppietta di Emerson. 2014, Nell'anticipo domenicale delle 12.30 la Roma passa a Sassuolo 0-2, in gol Destro e Bastos, e rosicchia 3 punti alla Juve capolista che la sera esce sconfitta dal San Paolo. Il distacco ora è di 11 punti.

Avvenimenti della storia della Roma Tutti gli avvenimenti di marzo nella storia della Roma.

ASR Talenti, sito dedicato alla Roma. Torna su - Mappa del sito - Privacy policy - Condividi