Carlo Mazzone

Carriera da calciatore

Carlo Mazzone giocatore della RomaDifensore cresciuto nelle giovanili della Roma, esordisce in serie A con la maglia giallorossa a Firenze, il 31 maggio 1959. In quella stagione gioca anche nell'ultima gara di campionato contro il Talmone Torino, vinta dai capitolini per 4-1. Nel 1959 si trasferisce prima alla SPAL e poi al Siena. L'anno successiva va all'Ascoli, dove trascorrerà tutta la carriera collezionando 221 gare andando in rete 11 volte.

Mazzone allenatore

Carlo Mazzone giocatore della RomaNella stagione 1968/69 ricopre il ruolo di allenatore e giocatore dei bianconeri e dall'anno successivo intraprende la carriera di tecnico. Guida i marchigiani fino al 1975, poi allena due anni la Fiorentina e due il Catanzaro prima di tornare all'Ascoli per quattro stagioni. In seguito Bologna, tre anni a Lecce, pochi mesi a Pescara e una bella esperienza in Sardegna, per due anni alla guida del Cagliari.

Mazzone alla Roma

Carlo MazzoneIl presidente Franco Sensi ingaggia Carlo Mazzone al timone della Roma per la stagione 1993/94. "Er sor magara", come viene ribbattezzato Mazzone nella Capitale, vanta in rosa campioni come Aldair e Balbo oltre a capitan Giannini. Inoltre ha per le mani il prezioso gioeillo della primavera ormai pronto a giocare in prima squadra, Francesco Totti. La prima stagione tuttavia non è affatto eccezionale, anzi. Il campionato 1993/94, che vede la Roma fuori dalle competizioni europee, è contraddistinto da un discreto inizio e un lento declino, con la squadra che in inverno raccoglie pochissimi successi e una serie di risultati negativi che la portano vicina alla zona retrocessione. Il 20 marzo 1993, Giannini tira la Roma fuori da brutte acque segnando il gol del pareggio. Toccato il fondo la squadra di Mazzone rialza la testa e ottiene tutti successi nelle ultime sei gare (cinque vittorie e un pareggio contro l'Inter), andando addirittura vicina alla qualificazione in Coppa UEFA.

Il secondo campionato di Mazzone alla Roma

Nell'estate 1994 il presidente Sensi piazza il colpo del mercato acquistando dal Napoli l'attaccante Daniel Fonseca. Il costo dell'uruguaiano è 17,5 miliardi di lire più il cartellino di Benito Carbone (7,5 miliardi). Con Balbo e Fonseca Mazzone ha una coppia d'attaccanti esplosiva, che ripaga le aspettative mettendo a segno 30 reti. Il 27 novembre 1994 la Roma batte 0-3 la Lazio di Zeman, per la squadra di Mazzone è festa grande all'Olimpico poichè i giallorossi tornano alla vittoria nella stracittadina dopo cinque anni, un periodo lunghissimo. I giallorossi del "sor Carletto" giocano un'ottima stagione e si qualificano per la Coppa UEFA in virtù del quinto posto finale ottenuto. Probabilmente la stagione 1994/95 è la migliori per Mazzone sulla panchina della Roma, soprattutto grazie al bel cammino in UEFA.

Il terzo campionato di Mazzone alla Roma

Il campionato 1995/96 vede il ritorno della Roma nelle competizioni europee. La Roma di Mazzone gioca delle buone gare qualificandosi fino ai quarti di finale, dove esce contro lo Slavia Praga beffata da un gol dei cechi, dopo aver rimontato, durante i tempi supplementari. In campionato il tecnico fa sempre più affidamento su Francesco Totti, che nella seconda parte di stagione viene affiancato in avanti dal giovane Marco Delvecchio, arrivato dall'Inter in cambio di Branca. Nella sua ultima stagione in giallorosso Mazzone conferma il quinto posto dell'anno precedente, lasciando la squadra nuovamente qualificata per la Coppa UEFA.

Dopo la Roma

Dopo la Roma Mazzone allena un anno il Cagliari, poi passa solo due mesi al Napoli e la stagione successiva (1998/99) allena il Bologna. Nel campionato 1999/2000 guida il Perugia, mentre nell'anno del terzo scudetto della Roma allena il Brescia. In Lombardia rimane tre stagioni, durante le quali ha a disposizione due campioni come Roberto Baggio e Guardiola. A Brescia vive uno degli episodi più ricordati della sua carriera, quando dopo essere stato insultato tutta la gara dai tifosi avversari dell'Atalanta, al pareggio della sua squadra corre contro la curva dei tifosi bergamaschi esultandogli contro. Con Roberto Baggio Mazzone si trasferisce al Bologna, dove allena dal 2003 al 2005. Chiude infine con un'esperienza al Livorno, negli ultimi mesi della stagione 2005/06.

Carlo Mazzone e Massimo Neri

Intervista di una tv spagnola a Carlo Mazzone.

Lazio-Roma 0-3, Mazzone batte il collega Zeman.

Carlo Mazzone

Una clip sul tecnico Mazzone

Roma-Broenbdy 3-1, la Roma di Mazzone in UEFA

Carlo Mazzone, allenatore della Roma

Stendardo dei tifosi della Roma raffigurante Mazzone